Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

In collaborazione con l'Associazione Svizzera non Fumatori, "No Smoking Be Happy" approda oltre le Alpi dal 2 novembre al 4 dicembre. Prevista la presenza di cinquemila studenti

La mostra sul fumo sbarca nel canton Ticino

Non soltanto in Italia, ma anche oltre le Alpi. Proseguono le iniziative della Fondazione Umberto Veronesi mirate alla sensibilizzazione sui danni alla salute indotti dal fumo di sigarette. La mostra No Smoking Be Happy, ospitata di recente all'Istituto Nazionale dei Tumori e all'Istituto Humanitas di Milano, s'appresta a sbarcare in Svizzera.  Dal 2 novembre al 4 dicembre, grazie al contributo dell'Associazione Svizzera Non Fumatori, si parlerà dei danni indotti dal fumo di sigaretta in cinque scuole diverse (Balerna, Canobbio, Biasca, Giubiasco e Locarno). Almeno cinquemila i ragazzi a cui sarà diretto il messaggio.

Sarà un'occasione unica, per fare prevenzione in un territorio dove quasi il 40% degli allievi di scuola media fuma almeno una sigaretta al giorno. In calo è anche l'età in cui i ragazzi accendono la prima sigaretta. L’obiettivo del Piano Cantonale Tabagismo 2015-2018 prevede che i giovani che non fumano siano incoraggiati a non cominciare e che i giovani fumatori siano sostenuti al fine di allonarli dal vizio della sigaretta. Il Progetto di lotta contro il fumo di sigaretta della Fondazione Umberto Veronesi No Smoking Be Happy, attivo sul territorio italiano dal 2008, ha dato vita a una serie di attività e di campagne di comunicazione rivolte alle donne fumatrici, ai fumatori e ai giovani per educarli sui danni provocati dal fumo e sui benefici legati al non fumare. Da qui l'idea di portarlo oltre le Alpi per potenziare la strategia preventiva nei confronti del fumo di sigaretta. 

Si punta a coinvolgere le prime e le seconde medie, allo scopo di sensibilizzare coloro che non hanno ancora incominciato a fumare sui danni indotti dal tabacco. Ma la mostra - ideata con la supervisione di un comitato di medici specialisti attraverso video, exhibit e pannelli illustrativi - sarà comunque fruibile anche per le terze e le quarte medie, le scuole sanitarie, di apprendistato e i licei. Di seguito le diverse tappe: a Balerna (dal 2 al 6 novembre), Canobbio (9 al 13 novembre), Biasca (dal 16 al 20 novembre), Giubiasco (dal 23 al 27 novembre) e Locarno (dal 30 novembre al 4 dicembre). La rassegna permetterà di interagire con installazioni multimediali e tridimensionali per conoscere e approfondire le conseguenze del tabagismo sulle singole parti del corpo umano dalla mente  per capire i motivi della dipendenza ai danni da fumo attivo e passivo. La fine del percorso prevede una parte dedicata alla produzione del tabacco, e agli illeciti commessi dalle aziende produttrici di sigaretta attraverso il video tratto dal reportage  “Dietro la Cortina di fumo” prodotto da Terra project e Rocco Rorandelli.

Per maggiori informazioni:

Carolina Cani: carolina.cani@fondazioneveronesi.it
Tel. 02 76018187

Da non perdere

News dalla Fondazione Eventi Iniziative editoriali Il meglio dai Blog Video

La buona informazione che fa bene a tutti. Visita il Magazine, il portale di chi crede nella ricerca

Chiudi