Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
Altre News

Come Saffo descrisse un attacco di panico

pubblicato il 24-06-2013

Già la poesia greca del VII-VI secolo a. C. raccontava il dramma del disturbo di panico

Come Saffo descrisse un attacco di panico

Già la poesia greca del VII-VI secolo a. C. raccontava il dramma del disturbo di panico

Saffo, la poetessa greca del VII-VI secolo a. C. ha descritto in questi versi un attacco di panico:

Simile a un dio mi sembra quell'uomo
che siede davanti a te, e da vicino
ti ascolta mentre tu parli
con dolcezza
e con incanto sorridi. E questo
fa sobbalzare il mio cuore nel petto.
Se appena ti vedo, sùbito non posso
più parlare:
la lingua si spezza: un fuoco
leggero sotto la pelle mi corre:
nulla vedo con gli occhi e le orecchie
mi rombano:
un sudore freddo mi pervade: un tremore
tutta mi scuote: sono più verde
dell'erba; e poco lontana mi sento
dall'essere morta.
Ma tutto si deve sopportare...


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza

Da non perdere

News dalla Fondazione Eventi Iniziative editoriali Il meglio dai Blog Video