Ricerca per Tag

alimentazione


Il Tg di Fondazione Veronesi - 29 dicembre 2014

29-12-2014

Dieta mediterranea elisir di lunga vita. Cocaina: attenzione ai danni cardiovascolari. Alimentazione nell'infanzia: ecco il nuovo quaderno

I cibi scaduti vanno buttati?

24-09-2014

Risponde il Professor Giacinto Miggiano, Direttore del Centro Nutrizione Umane, Università Cattolica di Roma

Le barrette servono a dimagrire?

11-08-2014

Risponde Enzo Spisni, docente di fisiologia della nutrizione all’Università di Bologna

Gli alimenti biologici non abbassano il rischio di cancro

30-07-2014

Uno studio inglese conferma come le probabilità di sviluppare un tumore tra le donne che seguono una dieta organica non siano inferiori

A tavola chi ci comanda non è il gusto, ma i nostri geni

14-07-2014

Ve ne sarebbero 17 a condizionare le nostre preferenze alimentari. La scoperta, fatta da ricercatori italiani, potrà rivoluzionare la nostra alimentazione

Le sette regole che salvano i reni

07-04-2014

Una dieta ipoproteica e a basso contenuto di sale previene o rallenta l’insorgenza di patologie renali. Dagli esperti della Associazione Dietisti i consigli per una sana alimentazione

La diabulimia che rischiano i giovani

09-01-2014

E’ la condizione di disturbo del comportamento alimentare che si sviluppa in adolescenti con diabete

Parlare due lingue ritarda il rischio Alzheimer

10-12-2013

Secondo uno studio realizzato in India conoscere due lingue allena il cervello, rallentando il declino cognitivo senile e la demenza

Sono proprio utili i "semafori" sulle etichette alimentari?

22-11-2013

In attesa delle nuove etichette nutrizionali, valide per tutta l’Europa, la Gran Bretagna ha adottato i segnali rosso, verde, giallo che molti nutrizionisti ritengono impropri, perché non esistono «alimenti buoni e cattivi»

Troppo rame nel sangue favorisce le demenze

14-11-2013

Alla Cattolica di Milano esperti hanno spiegato la relazione tra rame e la perdita di memoria e come affrontare il problema, dovuto al minerale che, non veicolato normalmente, rimane libero nel sangue con un’azione tossica. Ecco come scoprirlo con un test e i modi per correggerlo

Torna a inizio pagina