Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora

Ricerca per tag :
gioco


Il Tg di Fondazione Veronesi - 12 gennaio

12-01-2015

Ictus: la rimozione chirurgica dei trombi funziona. L'importanza del vaccino contro il papilloma virus. Bambini: come curarli anche con il gioco

La malattia di un bambino si affronta col gioco

12-01-2015

Spazi e attività ludiche aiutano a controllare paura, dolore, angoscia. E a elaborare nel modo più positivo possibile un’esperienza che segna per la vita

"Caro Babbo Natale, quest'anno vorrei un gioco sicuro"

02-12-2014

In Europa 119mila bambini si feriscono ogni anno giocando. Molti incidenti si potrebbero prevenire con qualche precauzione, a cominciare da semplici consigli in fase d’acquisto

Così nasce la schizofrenia di Stato

10-12-2012

Insorgono i docenti psichiatrici contro la possibilità di giocare con soldi veri online col computer e anche con gli smartphone. Per una legge dello Stato si rischia di aumentare il già grande esercito di giocatori patologici

Come insegnare ai bambini a non cadere nel rischio droga e alcol

30-07-2012

La prevenzione contro le dipendenze si instilla già dai 4 ai 13 anni. E' stato studiato dagli psichiatri un affascinante metodo di educazione-allenamento che mette in primo piano l’esaltazione del piacere e della gioia. Eccellenti i risultati raggiunti

17 tappa: Falzes-Cortina 186 Km Un centro per i “drogati” di sesso, gioco e Internet

30-07-2012

Al Siipac di Bolzano ci si può anche ricoverare in comunità o seguire corsi e psicoterapie quando si è divenuti compulsivi nel gioco d’azzardo, nel bere, nello shopping, nell’uso del cellulare. Il dottor Cesare Guerreschi spiega i diversi metodi di disintossicazione o di decondizionamento. Sedi del centro in altre sei città

Con poker e casinò online in gioco c'è la salute

06-12-2011

Da lunedì prossimo diventano legali i casinò e il poker cash, cioè i giochi d'azzardo on line e con soldi veri. Un rischio, secondo gli esperti psichiatri, di cadere nella patologia del gioco compulsivo che oggi vede già 700mila malati