Combattiamo
i tumori maschili
con il sostegno
alla ricerca.

Il tuo contributo è importante per trovare nuove cure

Dona ora
Visa Vpay Mastercard Maestro American Express Paypal Satispay MyBank
Sostieni i ricercatori di Fondazione Umberto Veronesi impegnati nello studio di tumori maschili
come quello della prostata, della vescica, del testicolo.
Insieme, per un futuro migliore per tutti.

Primo tumore

Tumore alla prostata

più diffuso negli uomini sopra i 50 anni

36.000

Tumore alla prostata

italiani colpiti nel 2020

70%

Tumore del testicolo

riduzione di mortalità dal 1970 ad oggi grazie alla ricerca scientifica

Contro i tumori maschili finanziamo i migliori ricercatori.

Migliorare l’immunoterapia per i tumori avanzati della prostata

Con la sua ricerca, Marco Catucci punta a fornire uno strumento che aiuti a sviluppare l'immunoterapia per il tumore della prostata e a misurarne l'efficacia.

Il cancro della prostata è una delle neoplasie più diffuse nella popolazione maschile, anche se le terapie oggi disponibili permettono di curare questa malattia con esiti positivi nella maggior parte dei pazienti (soprattutto in caso di diagnosi precoce). Quando il tumore della prostata è in stadio avanzato o metastatico, tuttavia, le cure disponibili possono risultare poco efficaci.
In questi casi, l’immunoterapia rappresenta una strada molto promettente, in particolare l’infusione di linfociti T modificati geneticamente per riconoscere e aggredire le cellule tumorali. I risultati di questa tecnica sono incoraggianti anche se rimangono diversi limiti, tra i quali l’incapacità dei linfociti di raggiungere e infiltrare il tumore (rendendolo così meno aggressivo).

Chiara Celestina Grasso

Sergio Occhipinti

Federica Maccarinelli

Le date più significative della ricerca sui tumori maschili

1941


Scoperto il principio alla base della terapia ormonale

Viene dimostrato che la rimozione dei testicoli (e il conseguente calo di testosterone) o la somministrazione di estrogeni induce la regressione del tumore della prostata. Si scopre così che modificare i livelli ormonali può contribuire a prevenire o fermare lo sviluppo di tumori: è l’osservazione che fornirà le basi per la terapia ormonale, tuttora utilizzata nel trattamento del cancro prostatico.

1980


Nasce il test del PSA

Viene messo a punto un test per misurare i livelli di PSA nel siero: si tratta di un enzima prodotto dalla prostata per mantenere fluido il seme eiaculato, e normalmente è presente nel sangue solo a bassi livelli. Può aumentare in caso di tumore alla prostata, ma anche di ipertrofia prostatica benigna: pur non essendo quindi un marcatore esclusivamente indicativo di un cancro, ha reso possibile una prima indicazione diagnostica per tumore prostatico e il monitoraggio della progressione della malattia con un semplice prelievo di sangue.

2011


Terapie di precisione contro il tumore prostatico metastatico

In Europa viene approvato un farmaco di precisione utilizzabile per i pazienti con carcinoma prostatico avanzato resistente alla terapia ormonale quando la malattia si estende alle ossa.
Si tratta di un anticorpo monoclonale, capace di riconoscere una specifica proteina (RANKL) e ridurre le complicanze scheletriche – come fratture o necessità di ulteriori interventi alle ossa – nei pazienti con metastasi. Sebbene non si tratti di una terapia risolutiva, il farmaco di precisione punta comunque a migliorare la qualità di vita dei pazienti nella fase avanzata della malattia.
Si tratta del primo esempio di terapia mirata specifica per fasi tardive del tumore prostatico. Fa parte di un insieme di tecniche innovative, tra cui l’immunoterapia, che potrebbe permettere in futuro di colpire i tumori avanzati resistenti alle terapie classiche.

2015


Inizio del progetto del SAM

Il Progetto SAM - Salute al maschile è il progetto della Fondazione Umberto Veronesi nato nel 2015 e dedicato alla promozione della salute degli uomini, attraverso l’educazione alla prevenzione e agli stili di vita corretti e il sostegno alla ricerca. Nel 2019 il nostro impegno si è concretizzato nel finanziamento di 12 ricercatori e, nel periodo compreso tra maggio e fino novembre, due veicoli commerciali messi a disposizione da FCA sono stati in tour in undici città italiane per offrire un consulto medico gratuito agli uomini. Un'iniziativa frutto di una collaborazione attivata tra l'azienda italo-statunitense, Fondazione Umberto Veronesi e Fondazione SIU (Società Italiana di Urologia).

Combatti i tumori maschili con il sostegno alla ricerca.

Dimostra il tuo affetto per il tuo papà con un regalo che non è solo un pensiero.

Dona subito e ricevi l'e-card da mandare in occasione della festa del papà.

Sostieni la ricerca, sostieni la vita

DONA ORA

Scegli la tua donazione

Clicca sull’importo che vuoi donare

Al termine della donazione, ti chiederemo di fornire le indicazioni per inviare una lettera che comunica il tuo gesto ai familiari della persona che hai voluto ricordare. Esempio di lettera in memoria



Grazie stai donando a favore della ricerca su

Singola

Al termine della donazione, ti chiederemo di fornire le indicazioni per inviare una lettera o una e-mail che comunica il tuo gesto ai familiari della persona che hai voluto ricordare. Clicca per vedere un esempio di lettera in memoria

Una volta terminata l'operazione, riceverai la notifica di addebito di 0,01 euro, che ci servirà solamente come garanzia di corretta autenticazione della tua carta. La cifra che hai deciso di donare ti verrà addebitata a partire dal giorno 15 del prossimo mese, secondo la periodicità da te indicata. Grazie!

Torna a inizio pagina