Chiudi

La nostra salute è la salute del nostro territorio

La parola "meteo" è una delle più digitate sui motori di ricerca. In Italia si può ancora perdere la vita per il clima

La nostra salute è la salute del nostro territorio

La parola "meteo" è una delle più digitate dagli italiani sui motori di ricerca in rete. Parlare del tempo non è solo il sintomo deprimente di un popolo a corto di argomenti, è diventata questione di sopravvivenza.

In Italia si può ancora perdere la vita per le condizioni climatiche avverse...o meglio, per gli effetti che condizioni climatiche avverse - stiamo parlando di pioggia, vento e, raramente, neve - possono avere sul nostro martoriato territorio. E così, "piove da morire", non è più un'esagerazione. E quanto suona stonato e fuori luogo riascoltare alla radio lo struggimento interiore di Gianni Morandi che, "morendo per amore", scatena l'ugola gridando "scende la pioggia ma che fa"... Fa eccome, Gianni.

E lo sanno bene in Sardegna, a Genova, nel Salento, a Sarno...
La nostra salute è la salute del nostro territorio, dell'ambiente che ci circonda. Un territorio martoriato da colate di cemento dove non si dovrebbe costruire, da cave che erodono intere colline, da corsi d'acqua soffocati in strettoie e strozzature, falde avvelenate da sversatoi assassini. Al nord come al sud...isole comprese.
Si dice che la nostra casa racconta di chi siamo... e, per estensione, il nostro territorio, aggredito e corroso, racconta di quanta poca cura abbiamo di noi stessi e del nostro futuro. Piangiamo i morti di Pescara, di Olbia e di Roma (un albero caduto per la pioggia ha colpito un centauro uccidendolo), e intanto continuiamo a cercare in internet o sui nuovi canali "all weather" (previsioni del tempo 24 ore su 24), di capire che tempo che fa...per decidere se prendere o meno l'ombrello...in attesa fatalistica della prossima pioggia.



Commenti (0)