Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
30-08-2017

Troppi vaccini ravvicinati possono compromettere il sistema immunitario?

Risponde Pier Luigi Lopalco, professore di Igiene presso l'Università di Pisa

Il numero di vaccini che si somministrano nell'infanzia è solo apparentemente alto: per esempio, con un vaccino esavalente che ci copre nei confronti di sei malattie noi stiamo effettivamente iniettando in un bambino qualcosa come 24 antigeni. Perché parlo di 24 antigeni? Perché il nostro sistema immunitario, quello che vede non è né il numero di malattie, né il numero di iniezioni, vede soltanto il numero di antigeni. Tenete presente che il sistema immunitario di un neonato è pronto e preparato non per incontrare 24 antigeni in una volta sola, ma per incontrarne migliaia. Normalmente un neonato viene in contatto con centinaia, migliaia di antigeni diversi ogni giorno, perché appunto tocca l'ambiente esterno, mette le mani in bocca, mangia, beve, ingerisce cibi, etc. È pronto per ricevere centinaia e migliaia di antigeni: per cui i 24 antigeni contenuti in un esavalente davvero non rappresentano che una minima parte di quella che è il suo potenziale di risposta immunitaria.