Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
Oncologia

Il codice della salute

pubblicato il 23-08-2011

La prevenzione è il cardine della lotta al tumore ed è facile da praticare. Basta seguire le 12 regole elencate nel Codice Europeo contro il Cancro (lanciato per la prima volta nel 1987 e da allora periodicamente esaminato da un gruppo di esperti che ne valuta un’eventuale revisione in base alle novità scientifiche che man mano emergono), che spiega come sia possibile evitare alcune neoplasie e migliorare lo stato di salute, adottando uno stile di vita più salutare:1) Non fumare; se fumi, smetti. Se non riesci a smettere non fumare in presenza di non fumatori.

Il codice della salute

La prevenzione è il cardine della lotta al tumore ed è facile da praticare. Basta seguire le 12 regole elencate nel Codice Europeo contro il Cancro (lanciato per la prima volta nel 1987 e da allora periodicamente esaminato da un gruppo di esperti che ne valuta un’eventuale revisione in base alle novità scientifiche che man mano emergono), che spiega come sia possibile evitare alcune neoplasie e migliorare lo stato di salute, adottando uno stile di vita più salutare:

1) Non fumare; se fumi, smetti. Se non riesci a smettere non fumare in presenza di non fumatori.

2) Evita l’obesità.

3) Fai ogni giorno attività fisica.

4) Mangia ogni giorno frutta e verdura: almeno cinque porzioni. Limita il consumo di alimenti contenenti grassi di origine animale.

5) Se bevi alcolici, che siano birra, vino o liquori, modera il loro consumo a due bicchieri al giorno se sei un uomo e 1 bicchiere al giorno se sei una donna.

6) Presta attenzione all’eccessiva esposizione al sole. E’ di importanza fondamentale proteggere bambini ed adolescenti. Gli individui che hanno la tendenza a scottarsi al sole devono proteggersi per tutta la vita dall’eccessiva esposizione.

7) Osserva scrupolosamente le raccomandazioni per prevenire l’esposizione occupazionale o ambientale ad agenti cancerogeni noti, incluse le radiazioni ionizzanti.

E ancora, se diagnosticati in tempo molti tumori sono curabili:

8) Rivolgiti ad un medico se noti la presenza di: una tumefazione, una ferita che non guarisce, anche nella bocca, un neo che cambia forma, dimensione o colore, ogni sanguinamento anormale, la persistenza di alcuni sintomi quali la tosse, raucedine, acidità di stomaco, difficoltà a deglutire, cambiamenti inspiegabili come perdita di peso, modifiche delle abitudini intestinali o urinarie.

Infine, esistono programmi di salute pubblica che possono prevenire lo sviluppo di neoplasie o aumentare la probabilità che una neoplasia possa essere curata:

9) Le donne dai 25 anni in su dovrebbero essere coinvolte in screening per il carcinoma della cervice uterina con la possibilità di sottoporsi periodicamente a strisci cervicali. Questo deve essere eseguito all’interno di programmi organizzati sottoposti al controllo di qualità.

10) Le donne sopra ai 50 anni dovrebbero essere coinvolte in screening per il carcinoma della mammella con la possibilità di sottoporsi a mammografia. Questo deve essere fatto all’interno di programmi organizzati sottoposti a controllo di qualità.

11) Individui con più di 50 anni dovrebbero essere coinvolti in screening per il cancro del colon-retto. Questo deve essere fatto all’interno di programmi organizzati sottoposti a controllo di qualità.

12) Partecipa ai programmi di vaccinazione contro l’Epatite B.


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza

Da non perdere

News dalla Fondazione Eventi Iniziative editoriali Il meglio dai Blog Video