Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora

Il Blog di Alberto Scanni

di Alberto Scanni

2016/12/12/scanni.jpg

Ha diretto il Dipartimento di oncologia dell’Ospedale Fatebenefratelli di Milano, poi è stato Direttore Generale dell’Istituto dei Tumori di Milano. Fondatore e presidente della Società Italiana di Psiconcologia e del Collegio Italiano dei Primari oncologi medici ospedalieri (CIPOMO). Presidente onorario dell’Associazione Progetto Oncologia Uman.A, da lui fondata, che attua progetti di aiuto ai malati oncologici e ai loro familiari

Scandali, tangenti, etica e professione medica

Scandali, tangenti, etica e professione medica

Mentre alla gente vengono richiesti sacrifici, scopriamo che ci sono primari che se ne approfittano

Sul pensionamento di primari e cattedratici

Sul pensionamento di primari e cattedratici

I medici e il pensionamento: resistere per rimanere o lasciare e trovare nuovi modi per essere utili?

Medici e libera professione: fuori o dentro l'ospedale?

Medici e libera professione: fuori o dentro l'ospedale?

Una possibile strategia che accontenti tutti: pubblico, privato e cittadini. La proposta di Alberto Scanni

Le code in Pronto Soccorso

Le code in Pronto Soccorso

Quattro semplici idee per ridurre le infinite attese nei Pronto Soccorso

Emozioni e ragione

Emozioni e ragione

Nel cervello convivono razionalità ed emotività. Ma alla base della scienza c'è soltanto la ragione

Scrivere fa bene

Scrivere fa bene

Perchè tanti medici scrivono? C'è un legame profondo fra la scrittura e l'incontro con la malattia e con i pazienti

Bisogno di essere rassicurati

Bisogno di essere rassicurati

Di fronte alle domande del malato di tumore, alle sue fragilità, si misura il bravo medico

Intelligenze artificiali in medicina

Intelligenze artificiali in medicina

Stiamo nell'era dei big-data. Ma il colloquio e l'osservazione del malato rimarranno imprescindibili

Numero programmato a Medicina

Numero programmato a Medicina

Bastano i test per valutare gli aspiranti medici?

La mamma ha ragione: basta coi medici che guardano l'orologio

La mamma ha ragione: basta coi medici che guardano l'orologio

Servono medici più disponibili, che mettano i bisogni del paziente al primo posto