La genetica? È nata in un'abbazia

La prima biografia su Gregor Mendel ripercorre la nascita di una scienza fondamentale per la salute e la medicina

La genetica? È nata in un'abbazia

«L'Eredità di Mendel - All'origine della genetica» è il terzo saggio del giornalista e naturalista genovese Alfonso Lucifredi, pubblicato, come i precedenti, per i Microscopi di Hoepli. Dopo «A cosa pensava Darwin», dedicato alle vite dei grandi naturalisti, e «Alla scoperta della vita», che ripercorre le scoperte più importanti delle scienze naturali, Lucifredi tratteggia una dettagliata biografia di colui che, a pieno titolo, è considerato il padre della genetica moderna.

Il primo punto di valore per quest'opera sta nel fatto che è la prima biografia originale e completa in lingua italiana e, in generale, una delle poche al mondo sull'abate ceco Gregor Mendel. Una scrittura piacevole e scorrevole rivela un mastodontico lavoro di ricerca storica su una delle figure chiave della storia della biologia, ma di cui fino ad ora si avevano poche certezze documentate. L'autore ha, infatti, utilizzato fonti di prima mano: documenti, interviste a storici della scienza e giornalisti e fotografie scattate da lui stesso nei luoghi di Mendel in Repubblica Ceca, come l'abbazia di Brno.

Il rigore storico mette in luce non solo il lavoro del monaco, ma ricostruisce il contesto culturale, sociale e politico nel quale Mendel si trovò a operare; emerge così più chiara la catena di eventi che fece sì che le sue ricerche, così formalmente rigorose e rivoluzionarie (fu uno dei primi ad applicare regole matematiche e statistiche alla biologia della riproduzione) passarono sostanzialmente sotto silenzio per parecchi anni, fino alla loro riscoperta dai genetisti del Novecento.

Il libro si snoda in cinque parti, partendo dalla gioventù del futuro monaco, attraverso i suoi traguardi ecclesiastici e le sue ricerche fino alla morte, senza tralasciare un'analisi della nascita della genetica, che vide proprio in Mendel, ma non solo, uno dei pionieri. La vita e il lavoro di Mendel sono sapientemente intrecciati, sia dal punto di vista storico sia narrativo, al fermento scientifico che si respirava in Europa a cavallo tra Ottocento e Novecento nelle scienza della vita.

Lucifredi si riconferma un ottimo autore in materia di divulgazione scientifico-naturalistica, competente, informato, rigoroso nella ricostruzione storica ma chiaro e piacevole nell'esposizione, pienamente fruibile sia da esperti ed appassionati del tema sia dai neofiti.

 

L'EREDITA' DI MENDEL - ALL'ORIGINE DELLA GENETICA

Alfonso Lucifredi

Hoepli Editore, 164 pagine, 12.9 euro

 

Chiara Segré



Commenti (0)