Se ami la pace, clicca e fai cliccare

Si fa presto a dire che si ama la pace.  Una parola nobile, come nobili sono i motivi che ci spingono a difenderla e a sostenerla. Ma non sempre ci ricordiamo che dietro a questa parola non c’è soltanto l’assenza delle distruzioni e delle infinite ferite morali e sociali che essa comporta.  Pace vuol dire avere un lavoro, sognare concretamente un avvenire per i nostri figli, avere scuole e asili.

Se ami la pace, clicca e fai cliccare

Si fa presto a dire che si ama la pace.  Una parola nobile, come nobili sono i motivi che ci spingono a difenderla e a sostenerla. Ma non sempre ci ricordiamo che dietro a questa parola non c’è soltanto l’assenza delle distruzioni e delle infinite ferite morali e sociali che essa comporta.  Pace vuol dire avere un lavoro, sognare concretamente un avvenire per i nostri figli, avere scuole e asili.

Si fa presto a dire che si ama la pace, ma che facciamo perché essa non sia una parola vuota, senza quella forza morale che ci spinge a cercare il bene per tutta la comunità, senza le  barriere inique  della povertà e dell’ignoranza. L’Italia è un paese in pace e allora perché ha deciso l’acquisto di 90 cacciabombardieri  F35? Con chi siamo in guerra, chi e dove dobbiamo bombardare? Si era deciso di acquistarne addirittura 131 e poi, sotto la pressione dell’opinione pubblica si è scesi a 90, ma sono già stati spesi oltre due miliardi e ben 12 miliardi ci costeranno gli altri.

Siamo un paese in pace ma che deve combattere in questo momento sì una guerra, ma è la guerra  della sopravvivenza per milioni di persone schiacciate da una crisi economica spaventosa, che toglie  a milioni di giovani la speranza di un progetto di vita. Se vogliamo dare alla parola pace un contenuto, dobbiamo opporci a questa follia e chiamo a raccolta tutte le persone di buona volontà perche diano voce, alta e forte,  a questa protesta per fermare  uno sperpero inutile e offensivo. Ho creato il movimento  “Science for Peace” perché sono convinto che la scienza è la nostra grande madre portatrice di progresso e di pace e tra le molte attività del mio movimento ho fatto realizzare un video che si può trovare cliccando all’indirizzo:

http://www.youtube.com/watch?v=b-BeE1-LGEY

Mi rivolgo alle giovani generazioni, da sempre pacifiste, e chiedo loro di divulgare  questo video perché si sappia quanto stupida sia la scelta di buttare via  tanti soldi. Voi giovani che siete i padroni della rete, che ne maneggiate  con disinvoltura tutti i mezzi, da facebook, a you tube, a twitter, voi che con il web avete rivoluzionato l’informazione e la conoscenza, aiutatemi a diffondere questo messaggio.

Perché non basta dire che si ama la pace. Niente è più convincente di alcuni numeri. Eccoli: un aereo F 35 costa 130 milioni di euro. Bene, sapete quanti asilo nido si possono costruire con il costo di cinque F35? Esattamente due mila. E quanti disoccupati potrebbero ricevere l’ìndennità annuale? 85 mila. Con il costo di un solo cacciabombardiere 13 mila famiglie potrebbero avere per 30 anni energia dal fotovoltaico. Sempre con il risparmio di un areo 90 mila ricercatori potrebbero essere finanziati per cinque anni. E quanti treni, moderni e confortevoli,  per pendolari possono  viaggiare invece di comprare dieci caccia? 200!

Umberto Veronesi



Commenti (0)