Ricerca per tag :
aspirina


Dopo ictus e infarti meglio la cardioaspirina o le tienopiridine?

05-06-2020

Sicurezza ed efficacia: risultati analoghi con aspirina a basso dosaggio e inibitori del recettore P2Y12. Ma i costi premiano il ricorso alla cardioaspirina

Malattia di Kawasaki: col Covid-19 casi aumentati di 30 volte

15-05-2020

A Bergamo, nei bambini, osservata la frequente compresenza tra la malattia di Kawasaki e il Covid-19, che rimane comunque una condizione rara tra i bambini

Meno tumori dell'apparato digerente con l'«aspirinetta»?

23-04-2020

Rilanciata l'ipotesi che l'aspirina a basso dosaggio possa ridurre i numeri dei tumori, soprattutto del colon-retto. Molte però le domande ancora aperte

Diabete: donne più esposte alle complicanze cardiovascolari

14-11-2019

Le donne con il diabete di tipo 2 risultano più esposte (rispetto agli uomini) ai rischi derivanti dalla malattia. Fondamentale la prevenzione per ridurre le differenze di genere

Infiammazione «trait d'union» tra mal di cuore e depressione

26-04-2019

Il nesso tra le due malattie è noto da tempo. Ora un ampio studio indica l’infiammazione come terreno condiviso. E la psichiatria va verso l’immunologia

L'aspirina non serve come prevenzione negli anziani sani

18-09-2018

Confermata l'efficacia terapeutica del farmaco in chi ha già subito infarti, ictus o interventi cardiochirurgici. Esclusi invece i benefici per le persone sane

Aspirina: quale ruolo nella prevenzione delle malattie cardiovascolari?

19-04-2018

La prevenzione cardiovascolare è una storia di successo, di cui l’aspirina è stata protagonista. Ma è giusto utilizzarla anche per la prevenzione primaria?

Arteriopatia periferica: l’aspirina fa sempre bene?

02-08-2017

Uno studio mette in dubbio l’utilità preventiva dell’aspirina per arteriopatie di braccia e gambe. L’esperta: serve, purché presa con costanza

Quando l’aspirina è d’aiuto dopo un ictus

27-07-2016

Secondo uno studio pubblicato su Lancet, l’assunzione di aspirina ai primi segni di un ictus ischemico aiuta a contenere il danno, ma non in caso di emorragia

Stenosi carotidea asintomatica: serve l’intervento?

09-11-2015

Risponde Piero Montorsi, professore associato di malattie cardiovascolari dell’università Statale di Milano e direttore della seconda unità operativa di cardiologia invasiva del Centro Cardiologico Monzino di Milano

Torna a inizio pagina