Ricerca per tag :
psiconcologia tumore al seno


L'importanza di sentirsi belle, anche quando si è in cura per tumore

08-07-2019

La qualità della vita di una persona in terapia oncologica migliora anche trattando la sua pelle. Prime evidenze da un gruppo di donne con un tumore al seno

Donne dopo il cancro: l'importanza di tutelare il posto di lavoro

13-10-2017

Le storie, i numeri, le normative. Si parla di cancro e lavoro nel secondo approfondimento del ciclo: «Donne e tumore: com'è cambiata la tua vita?»

Pravettoni: «Servono cure più umanizzate per i malati oncologici»

16-05-2017

Nelle parole della psiconcologa, segretario generale del forum internazionale sull'empowerment del paziente oncologico, al via oggi a Milano, il ricordo di Umberto Veronesi: «Più difficile eradicare la malattia dalla testa e non dal corpo dei pazienti»

Così la socialità migliora la prognosi del tumore al seno

29-12-2016

Le pazienti con tumore al seno che vivono isolate hanno un rischio di recidiva più alto. Gabriella Pravettoni, psiconcologa: «Le condizioni psicologiche ed emotive hanno un ruolo nella diagnosi e nel decorso della malattia»

Tumore al seno: come spiegare la malattia a un figlio?

30-06-2016

Quando una madre si ammala di tumore al seno cosa dire ai figli? I consigli e gli errori da evitare

Tumore al seno: anche il Ptsd fra le possibili conseguenze

01-04-2016

Il disturbo da stress post-traumatico può seguire la diagnosi della malattia in un gran numero di donne. Va però riconosciuto e distinto dalla depressione

Tumore al seno: meno stress, più sopravvivenza

23-02-2016

Provato a Miami uno speciale trattamento cognitivo-comportamentale che prolunga la vita alle donne operate

Tumore al seno, le insidie della depressione

27-01-2016

Due recenti ricerche confermano la pericolosità del “male oscuro” e liberano da gravi sospetti gli psicofarmaci. Lo psiconcologo: «Non trascuriamo la psicoterapia»

L’assistenza psicologica che manca dopo la diagnosi di tumore al seno

27-01-2015

È la prima necessità avvertita dalla donna, spesso carente negli ospedali per scarsità di tempo e formazione. I risultati di una campagna condotta in otto paesi europei