Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora

Glossario

Ependimoma

Ependimoma

L'ependimoma è un tumore che si sviluppa nei primi dieci anni di vita (quasi sempre entro i cinque anni) dalle cellule gliali, ovvero dal tessuto connettivo del sistema nervoso che sostiene e protegge i neuroni. Può riguardare le cavità ventricolari dell’encefalo, il plesso corioideo, il filum terminale e il canale centrale del midollo spinale. Cellule gliali sono presenti anche nel parenchima cerebrale quale risultato di migrazione da aree periventricolari alla corteccia cerebrale, durante lo stadio embrionale. L’ependimoma è un tumore raro dell’età infantile, che in taluni casi (rari) può manifestarsi anche negli adulti, per lo più a livello dei ventricoli laterali.

 

I SINTOMI

I sintomi che possono far sospettare una diagnosi di ependimoma sono la cefalea cronica, la nausea, il vomito, la difficoltà nell’equilibrio, la presenza di vertigini e crisi epilettiche.

 

LA DIAGNOSI

La diagnosi di ependimoma avviene ricorrendo a esami neuroradiologici. Di norma si predilige la risonanza magnetica nucleare, anche se spesso in prima battuta si effettua una tomografia assiale computerizzata (tac), più facilmente disponibile nei pronto soccorso. Con la risonanza magnetica è possibile definire le dimensioni della neoplasia, i rapporti con le strutture circostanti del sistema ventricolare e del cervelletto e l’eventuale disseminazione in altre sedi del sistema nervoso centrale. L’ependimoma può tipicamente provocare metastasi a livello del midollo spinale. Per questo, posta la diagnosi, la fase di stadiazione deve comprendere l’esecuzione di un esame citologico del liquor, ottenuto con una puntura lombare, e l’esecuzione di una risonanza magnetica di tutto il midollo spinale.

 

COME SI CURA?

Sugli ependimomi si interviene in prima battuta per via chirurgica, con lo scopo di ottenere la massima eradicazione del tumore. Successivamente, in base alla radicalità dell’intervento e alla presenza di metastasi, si interviene con la sola radioterapia (in questi casi la guarigione sfiora l’ottanta per cento) o combinando radio e chemioterapia (sopravvivenza a dieci anni inferiore al cinquanta per cento). 

 

QUANTO È DIFFUSO?

Gli ependimomi rappresentano il dieci per cento di tutti i tumori infantili che colpiscono il sistema nervoso centrale. In Italia si ammalano ogni anno 25-30 bambini di età inferiore ai quindici anni. Negli ultimi vent’anni, ovvero da quando esiste un protocollo per gli ependimomi intracranici in età pediatrica, ne sono stati diagnosticati e curati circa duecento.

NOTA BENE: le informazioni in questa pagina non possono sostituire il parere e le spiegazioni del tuo medico

Da non perdere

News dalla Fondazione Eventi Iniziative editoriali Il meglio dai Blog Video