Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora

Guida agli esami

Biopsia prostatica

Biopsia prostatica

Si esegue se si sospetta la presenza di un tumore della prostata. Si tratta del prelievo di un campione di tessuto prostatico da inviare al laboratorio di anatomia patologica per le indagini al microscopio (esame istologico).

Il tumore della prostata è il più frequente tumore maligno nell’uomo. Circa il 33% dei soggetti con età superiore a 50 anni presenta segni istologici di questa patologia e la percentuale aumenta con l’avanzare dell’età.

Coloro che hanno un parente di primo grado affetto da carcinoma della prostata hanno una probabilità doppia di sviluppare la stessa malattia e tale probabilità aumenta fino a 9 volte qualora i parenti di primo grado siano due.

Questa procedura punta a confermare la presenza di un tumore alla prostata, con l’ausilio di un ago che il medico provvede a introdurre nello spessore della ghiandola, sotto la guida dell’ecografia.

NOTA BENE: le informazioni in questa pagina non possono sostituire il parere e le spiegazioni del tuo medico


Articoli correlati