#fattivedere

Un workshop cinematografico per sensibilizzare i ragazzi sull’importanza della diagnosi precoce in oncologia perché, seppure con un’incidenza molto inferiore rispetto agli adulti, i tumori colpiscono anche bambini e adolescenti.

Perché parliamo di malattie oncologiche ai giovani

Ogni anno, in Italia, più di 1.400 bambini sotto i 14 anni e più di 800 adolescenti si ammalano di tumore.

Secondo Andrea Ferrari, oncologo pediatra, coordinatore del Progetto Giovani all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano e membro del comitato scientifico di Fondazione Umberto Veronesi, gli adolescenti arrivano alla diagnosi con un ritardo che in alcuni casi arriva a 140-150 giorni “perché sfuggono tanto ai pediatri quanto agli altri specialisti”.

Per ridurre questo lasso di tempo e arrivare, nel caso, a una diagnosi precoce avendo così alte probabilità di guarigione, è nato #fattivedere, il progetto di divulgazione e sensibilizzazione destinato agli adolescenti che ha l’obiettivo di invitare i ragazzi a rivolgersi in maniera tempestiva al medico, senza vergogna né paura, in caso di sintomi che li preoccupano

I tumori che colpiscono maggiormente i giovani…

Leucemie, sarcomi, tumori ossei e del sistema nervoso centrale: queste le malattie oncologiche che interessano maggiormente bimbi e adolescenti. La leucemia è la neoplasia giovanile più comune (più di un terzo dei casi) e comprende le leucemie linfoidi (51% dei casi) e le leucemie mieloidi acute (25%).

Cosa facciamo in concreto

Parlare di malattie oncologiche è un tema molto difficile che può spaventare o lasciare indifferenti i ragazzi: relegarlo in un futuro lontano può sembrare la soluzione più semplici per evitare di affrontarlo. Per questo abbiamo scelto di realizzare un workshop cinematografico dedicato, che i ragazzi trovano stimolante perché consente loro di partecipare attivamente ed esprimere anche gli aspetti emotivi che il confronto con la malattia inevitabilmente genera.

Il nostro intervento: il workshop cinematografico

L’incontro prevede la proiezione del film “Quel fantastico peggior anno della mia vita” del regista Alfonso Gomez-Rejon, che racconta l’amicizia tra due adolescenti, una dei quali (Rachel) è ammalata di leucemia.

Al termine della proiezione segue il dibattito, moderato da un giornalista di Fondazione Umberto Veronesi a cui prendono parte uno specialista in malattie oncologiche dell’infanzia e dell’adolescenza e alcuni ex pazienti.

 

 

Registrati e scarica il materiale del progetto #fattivedere qui

Sei interessato al progetto #fattivedere?

Contattaci
Ufficio Progetti con le Scuole
scuola@fondazioneveronesi.it
02 76018187