Le Pink Ambassador di Fondazione Umberto Veronesi.

Un progetto di grande valore.

Il progetto Pink Ambassador, nato nel 2014 e giunto alla sua ottava edizione, coinvolge donne che hanno affrontato un tumore femminile e vogliono riprendere in mano la propria vita con energia e determinazione, accettando una nuova sfida: allenarsi con tenacia per alcuni mesi con l’obiettivo di arrivare a correre 21Km, la distanza di una mezza maratona.

Con il loro esempio le Pink dimostrano come, grazie ai progressi della ricerca, dopo una diagnosi di tumore si possa tornare ad una vita attiva, e sono testimonial di Fondazione Umberto Veronesi per diffondere la cultura della  prevenzione a tutte le donne.

Obiettivo del progetto è anche sostenere concretamente la ricerca sui tumori femminili: le Pink Ambassador sono infatti impegnate in prima persona nella raccolta fondi, attraverso numerose iniziative.

IL PROGETTO È GUIDATO
DA UN TEAM TECNICO DI ECCELLENZA

Coach

Coach Fidal qualificati seguono le Pink in un programma personalizzato di allenamento e le aiutano a dare il meglio nell’attività di corsa.

Psico-oncologa

Ilaria Durosini la nostra psico-oncologa incontra i gruppi di Pink durante la loro preparazione sportiva per potenziare, anche attraverso la risorsa del gruppo.

Biologa nutrizionista

Elena Dogliotti la nostra biologa nutrizionista affianca le Pink per imparare le scelte più salutari a tavola c’è un team di nutrizionisti

Grazie alla ricerca, oggi sono qui


Elisa

"Voglio rendermi conto che nonostante i farmaci che assumo nulla mi è impossibile"


Francesca

"Corro per far sapere a tutti che la malattia si affronta e si può sconfiggere grazie alla ricerca."


Giulia

"Voglio restituire almeno in parte quanto ricevuto, offrendo il mio aiuto ed il mio tempo per questa causa."


Kira

"La malattia e le terapie mi hanno stancata, mi stancano, ma non voglio mollare, voglio tornare a correre"


Lisa

"Quando ho concluso la chemio ho ripreso in mano la mia vita con più grinta di prima."


Maria

"Voglio urlare al mondo che dopo la malattia si rinasce più forti e più belle di prima."


Rosalba

"Prevenzione e ricerca mi hanno salvato la vita."


Alessandra

"Voglio dimostrare che nonostante il tumore si può e si deve ricominciare."


Cristina

"Vorrei dimostrare alle donne che dopo la malattia si può e si deve ripartire"

CON I FONDI RACCOLTI DALLE PINK AMBASSADOR NEL 2020, STIAMO SOSTENENDO IL LAVORO DI 2 RICERCATRICI IMPEGNATE NELLA RICERCA SUI TUMORI FEMMINILI

Alessandra De Scalzi

Il mio progetto mira a sviluppare percorsi di follow-up personalizzati per ridurre le recidive nel tumore al seno.

Claudia Riccardi

Studio i liposomi multifunzionali per il trattamento del cancro al seno.

NEL 2021 LE PINK AMBASSADOR HANNO COME OBIETTIVO IL FINANZIAMENTO DI 4 RICERCATORI.
CONTRIBUISCI ANCHE TU CON UNA DONAZIONE.

 

Dal 2014, 8 anni di corse e di vita

2014


Nasce il primo Gruppo di Pink Ambassador: 17 donne, dopo una lunga preparazione, partecipano alla mitica New York City Marathon.

2015


15 donne che hanno superato un tumore femminile dopo tanti allenamenti volano alla Valentia Half Marathon.

2016


22 runner si allenano seguite da validi coach e diventano protagoniste della Amsterdam Half Marathon.

2017


Le Pink Ambassador si preparano per tornare alla regina delle maratone: la New York City Marathon.

2018


Il Team, che ormai conta runner in 4 città italiane diverse, sfida migliaia di appasionati di corsa in 4 mezze maratone agonistiche: Milano, Roma, Torino, Verona.

2019


I running Team diventano 12, coinvolgendo 103 Pink Ambassador che partecipano alla Madrid Half Marathon e a 10 messe maratone sul territorio italiano.

2020


I Running Team diventano 14, coinvolgendo 157 Pink Ambassador che partecipano per la prima volta alla Staffetta Pink, unendo simbolicamente tutta Italia.

Torna a inizio pagina