Da non perdere
Paola Scaccabarozzi

Asma e obesità: qual è il legame?

pubblicato il 09-06-2022


Aggiungi ai preferiti

Registrati/accedi per aggiungere ai preferiti

Uno studio internazionale ha confermato un nesso fra asma e obesità negli adulti: difficile dire quale sia la causa e quale l'effetto

Asma e obesità: qual è il legame?

Gli adulti con asma hanno un rischio aumentato di andare incontro all’obesità. È ciò che è emerso da uno studio internazionale recentemente pubblicato sulla rivista accademica Thorax, il mensile peer-reviewed, organo ufficiale della British Thoracic Society.

Asma: una malattia che non fa notizia

Asma: una malattia che non fa notizia

05-05-2022

CHE COSA DICE LO STUDIO

La ricerca, condotto su 8.700 partecipanti provenienti da 11 paesi europei e dall’Australia e guidato dall'Istituto di Salute Globale di Barcellona (ISGlobal), ha concluso che gli adulti con asma hanno maggiori probabilità di diventare obesi nel corso della loro vita. I ricercatori hanno utilizzato i dati dello studio di coorte European Community Respiratory Health Survey (ECRSS), raccolti in tre ondate tra il 1990 e il 2014 con visite di follow-up a intervalli di circa 10 anni. Sono stati così analizzati dati emersi da questionari, test di funzionalità polmonare e misure adottate per determinare l'indice di massa corporea dei partecipanti, insieme allo stato e alle caratteristiche dell'asma. Tra il primo e il secondo follow-up, il 14,6% dei partecipanti non asmatici ha sviluppato obesità, mentre la percentuale è aumentata fino al 16,9% tra i partecipanti asmatici. La differenza tra i due gruppi è diventata più evidente quando il team di ricerca l'ha tradotta in un rischio relativo che ha preso in considerazione il ruolo di altri fattori, come l'asma e il fumo, e ha visto che gli asmatici avevano un rischio maggiore di obesità del 21% rispetto ai non asmatici.

Download

REGISTRATI

per scaricare o sfogliare il materiale

Alimentazione e salute. Le risposte scientifiche a domande frequenti

CONTENUTO PLUS

Contenuto
Plus

Sei già registrato? ACCEDI

TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

DIFFERENZE IN BASE AL TIPO DI ASMA

I partecipanti asmatici con una durata della malattia più lunga avevano inoltre un rischio maggiore di obesità del 32% rispetto a quelli con una malattia più breve e quelli con asma non allergica (un tipo di asma più comunemente osservato negli adulti rispetto ai bambini e i cui sintomi compaiono spesso più tardi nella vita) avevano un rischio maggiore del 47% rispetto a quelli con asma di tipo allergico. I partecipanti che trattavano la malattia respiratoria con corticosteroidi hanno mostrato un rischio di obesità superiore del 99% rispetto a coloro che non hanno utilizzato questo trattamento, che era già stato associato a un aumento di peso anomalo in precedenti ricerche. Questo studio non ha inoltre rilevato differenze di sesso nella connessione tra asma e obesità. Ma qual è la causa e quale l’effetto?

QUANDO L’OBESITÀ È CAUSA DI ASMA

«Il legame tra asma e obesità è a doppio filo» commenta Gianenrico Senna, Presidente SIAAIC Società Italiana di Allergologia, Asma e Immunologia Clinica e Direttore di Allergologia presso l'Azienda Interuniversitaria di Verona. «Da una parte obesità e sovrappeso aumentano il rischio di diventare asmatici perché il grasso corporeo determina l’incremento di alcune sostanze infiammatorie (citochine) rilasciate dai macrofagi nel tessuto adiposo. L’obesità è considerata inoltre fattore di rischio per molteplici patologie oltre all’asma, che possono coesistere, come l’aterosclerosi (indurimento e perdita di elasticità delle pareti delle arterie per la formazione di placche costituite da lipidi), l’ipertensione arteriosa, il diabete di tipo 2, la dislipidemia (alterazioni della quantità di grassi nel sangue, in particolare trigliceridi e colesterolo) e il reflusso gastroesofageo. Queste condizioni cliniche possono a loro volta complicare l’asma negli obesi (ad esempio il reflusso può causare broncocostrizione).

QUANDO L’ASMA AUMENTA IL RISCHIO DI OBESITÀ

Prosegue Gianenrico Senna: «Dall’altra parte gli asmatici possono più facilmente andare incontro a sovrappeso e obesità perché spesso utilizzano cortisonici per la cura dell’asma, farmaci di cui è notorio l’effetto collaterale legato all’aumento di peso. Inoltre gli asmatici talvolta proprio a causa della loro patologia tendono a dedicare meno tempo allo sport e all’attività motoria, favorendo così un incremento del peso corporeo. Diversi studi hanno inoltre dimostrato che asma e obesità condividono alcuni fattori di rischio socioeconomici, comportamentali e ambientali che possono portare allo sviluppo di entrambe le malattie».

Paola Scaccabarozzi
Paola Scaccabarozzi

Giornalista professionista. Laureata in Lettere Moderne all'Università Statale di Milano, con specializzazione all'Università Cattolica in Materie Umanistiche, ha seguito corsi di giornalismo medico scientifico e giornalismo di inchiesta accreditati dall'Ordine Giornalisti della Lombardia. Ha scritto: Quando un figlio si ammala e, con Claudio Mencacci, Viaggio nella depressione, editi da Franco Angeli. Collabora con diverse testate nazionali ed estere.   


Articoli correlati


In evidenza

Torna a inizio pagina