Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
L'esperto risponde

Anche la dipendenza da fumo può dare crisi d'astinenza?

pubblicato il 04-01-2018
aggiornato il 11-01-2018

Dopo pochi mesi l'organismo può fare a meno della nicotina. Ma esiste anche una dipendenza emotiva, che fa tornare a fumare a distanza di anni

Anche la dipendenza da fumo può dare crisi d'astinenza?

Sì. Essere preparati alle difficoltà è già un passo importante per riuscire a lasciarsele alle spalle. I malesseri legati alla cessazione dal fumo sono vari ed eterogenei. Sul piano fisico, il corpo si trova a fronteggiare la mancanza di nicotina dopo averne ricevute dosi regolari e quotidiane per molto tempo, spesso decenni. Sul piano psicologico, ci si trova ad affrontare un cambiamento drastico nelle abitudini quotidiane, che spesso coinvolge le relazioni con gli altri, le amicizie, il lavoro o lo studio.


Sul piano emotivo per molti fumatori rinunciare alla sigaretta è come abbandonare un’amica di vecchia data. Basta pensare che i sintomi dell’astinenza fisica durano solo pochi mesi, dopodiché l’organismo può fare a fare a meno della nicotina. Eppure molti fumatori riprendono a distanza di tempo, anche di anni, quando cioè un diverso tipo di dipendenza bussa alla porta, quella emotiva, che fa ricorrere al fumo come sistema per stare meglio, per lenire il dolore, placare tensioni piccole o grandi, curare le frustrazioni, esorcizzare la solitudine.

 

Per saperne di più sui danni provocati dal fumo, iscriviti al sito e scarica gratuitamente il manuale.

 


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza