Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
L'esperto risponde

Colesterolo: quando e come controllarlo?

pubblicato il 05-04-2018
aggiornato il 18-04-2018

I consigli per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue, considerati un fattore di rischio modificabile per prevenire le malattie cardiovascolari

Colesterolo: quando e come controllarlo?

Le malattie cardiovascolari sono provocate da un insieme di fattori che contribuiscono contemporaneamente al loro sviluppo. Le circostanze che aumentano la probabilità di insorgenza della malattia - i cosiddetti fattori di rischio - si dividono in modificabili attraverso cambiamenti dello stile di vita o
mediante assunzione di farmaci (ipertensione, abitudine al fumo, diabete mellito, ipercolesterolemia) e non modificabili (età, sesso maschile e familiarità). 

Tra i fattori di rischio modificabili ci sono i livelli di colesterolo nel sangue. Nello specifico, elevati livelli plasmatici di colesterolo totale e di colesterolo Ldl rappresentano uno dei maggiori fattori di rischio cardiovascolare. Quale deve essere la soglia da tenere sotto controllo? E a partire da quale età conviene monitorare l'andamento dei livelli di colesterolo nel sangue? Risponde nella videointervista Gianfranco Parati, direttore del dipartimento di scienze mediche e riabilitative a indirizzo cardio-neuro-metabolico dell'Irccs Ospedale San Luca-Istituto Auxologico Italiano di Milano.

QUANDO CONTROLLARE
I LIVELLI DI COLESTEROLO?



Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza