Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
L'esperto risponde

Come e quando correggere il ginocchio valgo?

pubblicato il 18-03-2014
aggiornato il 01-02-2017

Risponde Massimo Paleari, responsabile del reparto di ortopedia pediatrica dell’Irccs Galeazzi di Milano

Come e quando correggere il ginocchio valgo?

Il pediatra mi ha consigliato di tenere sotto controllo la crescita ossea degli arti inferiori di mio figlio di sei mesi. Quali sono i potenziali rischi? Grazie, Sonia F. (Avellino)

Risponde Massimo Paleari, responsabile del reparto di ortopedia pediatrica dell’Irccs Galeazzi di Milano

Il ginocchio varo e valgo sono presenti nell'infanzia e tendono, nella maggioranza dei casi, a risolversi spontaneamente nell'adolescenza. Il varismo in particolare delle tibie è presente in quasi tutti i neonati ed è dovuto alla posizione fetale. Si corregge in genere nei primi mesi di vita anche se talvolta persiste fino a 2-3 anni. Il ginocchio valgo compare invece dopo i primi passi e tende ad autocorreggersi entro i 5/6 anni. In questi casi non occorre instaurare alcun trattamento. Se dopo tale periodo la correzione non è nemmeno accennata, si deve sospettare un valgismo costituzionale o familiare (se anche un genitore ne è affetto). In questo caso l'ortopedico indirizzerà i genitori verso un trattamento correttivo, sempre che il valgismo assuma caratteri importanti (almeno 20 gradi circa di angolo femoro-tibiale).

Oggi è a disposizione della chirurgia ortopedica un metodo mini-invasivo che consente di riallineare le ginocchia vare o valghe utilizzando un sistema di placca e viti che interrompe temporaneamente la crescita da un lato della tibia o del femore, mentre l'altro continua a crescere. In tal modo l'arto si raddrizza. Ottenuta la correzione, dopo 6-8 mesi si asporta la placca e l'arto rimane corretto. Identica procedura si può utilizzare nel varismo femoro-tibiale. Questo sistema non può essere utilizzato se il soggetto ha terminato la crescita ossea. Nei giovani adulti la correzione del ginocchio varo o valgo si ottiene con interventi più impegnativi, quali le osteotomie femorali o tibiali.

La correzione del ginocchio varo o valgo "patologico" va sempre ricercata, in modo da prevenire la comparsa di artrosi precoce del ginocchio. In età evolutiva è importante, da parte del medico, individuare le deformità angolari del ginocchio e le loro cause, che non sempre sono costituzionali o familiari, ma dovute ad altre forme morbose: quali l'obesità, alcune malattie ossee infantili, gli esiti di traumi mal trattati, le infezioni. Utilizzare protesi, solette o altri presidi ortopedici per trattare le ginocchia vare o valghe non porta alcun beneficio.


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza

Da non perdere

News dalla Fondazione Eventi Iniziative editoriali Il meglio dai Blog Video