Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
L'esperto risponde

Cosa sono e come si trattano le varici esofagee?

pubblicato il 23-01-2018
aggiornato il 18-04-2018

Tag:

varici

Sono varici che colpiscono l'ultimo tratto dell'esofago. I trattamenti preventivi e gli interventi necessari

Cosa sono e come si trattano le varici esofagee?

Le varici esofagee sono determinate da un'escrescenza di natura vascolare nell'ultimo tratto dell'esofago, se non a livello del cardias: la valvola che regola il passaggio di cibo dall'esofago allo stomaco. I rischi di rottura delle varici sono più alti nei pazienti cirrotici, determinati da un'ipertensione nella circolazione a livello della vena porta.

Come si interviene? Quasi sempre per via endoscopica, sia a scopo preventivo sia dopo un episodio di sanguinamento (prevenzione secondaria). Tutti i dettagli della procedura li racconta nel video che segue Marco Soncini, direttore dell'unità operativa complessa di gastroenterologia, Asst Santi Paolo e Carlo di Milano e tesoriere dell'Associazione Italiana dei Gastroenterologi Ospedalieri (Aigo).

COSA SONO E COME SI TRATTANO
LE VARICI ESOFAGEE?

 


Commenti (0)


In evidenza