Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
L'esperto risponde

Infarto del miocardio: meglio l'angioplastica o il bypass?

pubblicato il 17-05-2018

Quando i farmaci non bastano e per curare un infarto del miocardio diviene necessario il ricorso alla chirurgia. L'esperto spiega quando può bastare l'angioplastica e quando invece serve il bypass

Infarto del miocardio: meglio l'angioplastica o il bypass?

Quando i farmaci non bastano e per curare un infarto del miocardio diviene necessario il ricordo alla chirurgia, su quali basi si decide se optare l'angioplastica o per l'intervento di bypass coronarico? La coronarografia è l'esame che permette di compiere la scelta più opportuna, dopo aver valutato il grado di ostruzione della coronaria che ha determinato l'infarto

Gianfranco Parati, direttore del dipartimento di scienze mediche e riabilitative a indirizzo cardio-neuro-metabolico dell'Irccs Ospedale San Luca-Istituto Auxologico Italiano di Milano, spiega quali altri aspetti considerare prima di decidere la strategia chirurgia più opportuna (caso per caso).

INFARTO DEL MIOCARDIO: MEGLIO L'ANGIOPLASTICA O IL BYPASS? 

 

 


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza