Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
L'esperto risponde

Perché la cheratosi attinica è considerata pericolosa?

pubblicato il 26-10-2017
aggiornato il 28-02-2018

Il dieci per cento di queste lesioni, dovute all'esposizione eccessiva ai raggi ultravioletti, evolve in una forma di tumore cutaneo

Perché la cheratosi attinica è considerata pericolosa?

La cheratosi attinica è una lesione da cui può svilupparsi un carcinoma spinocellulare: è dunque quel che viene definita una condizione precancerosa. Si stima che circa il dieci per cento delle cheratosi attiniche si evolva in cancro.

Le cheratosi attiniche sono il risultato dei danni causati dai raggi ultravioletti: per questo compaiono solitamente sulle aree più esposte al sole, come il viso, le orecchie, il cuoio capelluto, le labbra, il dorso delle mani e degli avambracci, le spalle e il collo.

COME RICONOSCERE UN NEO SOSPETTO?

Oltre che una causa diretta del carcinoma spinocellulare, le cheratosi attiniche sono una spia del maggior rischio di sviluppare altri tumori cutanei, dal momento che rappresentano un indicatore di un’eccessiva esposizione al sole.

Ci sono alcune differenze che possono aiutare a distinguere la cheratosi attinica da macchie benigne come quelle dovute alle cheratosi seborroiche.

A differenza di queste ultime, le macchie dovute alla chetatosi attinica tendono a essere isolate, più spesse e dure.


Inoltre, a volte possono causare prurito o tensione e possono apparire arrossate e sanguinare con facilità. Le differenze, tuttavia, possono non essere così evidenti. È bene quindi affidarsi a un medico.


Per saperne di più sulla salute della pelle, scarica gratuitamente il manuale.


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza