Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
L'esperto risponde

Sono vegetariano: senza carne manca ferro nel sangue?

pubblicato il 14-04-2016
aggiornato il 15-02-2017

Le risposte del Quaderno "Vegetarianismo" - Libertà di sapere, libertà di scegliere

Sono vegetariano: senza carne manca ferro nel sangue?

Niente carne, poco ferro nel sangue. È vero? La carenza di ferro (sideropenia) è molto comune non solo in Italia ma in molti paesi.

Pochi sanno che non si tratta quasi mai di vera e propria mancanza o assenza di ferro ma di scarsa capacità assimilativa da parte dell’organismo. Sono tanti i fattori che possono contribuire alla carenza di ferro, poco rame, poca vitamina C, poco esercizio fisico, cattiva digestione, consumo eccessivo di sale, caffè, thé, vino rosso, cioccolato. Oppure disturbi quali la gastrite, l’ernia iatale, la presenza di polipi ed altro ancora.

Sono molti altri, invece, i fattori che favoriscono l’assorbimento del ferro, tra cui il fruttosio, la vitamina A, il calcio, il manganese… La vitamina C. ad esempio, aumenta circa del 30% l’assorbimento di questo minerale. È praticamente impossibile per i vegetariani accusare carenza di ferro perché la frutta e la verdura di cui si nutrono è ricchissima di vitamina C: infatti risultano meno soggetti ad anemie rispetto agli onnivori.

Queste e altre risposte sulla dieta vegetariana scaricando qui il Quaderno "Vegetarianismo" della collana Libertà di sapere, libertà di scegliere


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza