Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
Oncologia

Dizionario delle cellule staminali del cordone

pubblicato il 21-05-2011
aggiornato il 26-01-2017

Dizionario delle cellule staminali del cordone

Cellule staminali:

Le cellule staminali sono progenitori cellulari ad alto potenziale proliferativo in grado di auto rinnovarsi (cioè capaci di riprodurre cellule figlie uguali a se stesse) e di generare uno o più tipi cellulari specializzati (cioè capaci di dare origine a tutte le cellule specializzate che costituiscono vari tessuti ed organi).

Cellule staminali emopoietiche:

La maggior parte delle conoscenze sulle cellule staminali adulte deriva da studi sul sistema emopoietico, che è il sistema del corpo umano deputato a generare e rigenerare le cellule del sangue, con una perdita e ricostituzione giornaliera di oltre un miliardo di cellule. Le cellule staminali emopoietiche, appartengono alla categoria delle cellule staminali adulte/somatiche; sono presenti nel midollo osseo, nel sangue periferico e nel sangue cordonale. Nel midollo osseo la percentuale di cellule staminali emopoietiche varia dal 1% al 3% della popolazione cellulare presente, nel sangue periferico da 0,01% a 0,1% e nel sangue cordonale da 0,1% a 0,04%. Queste cellule sono deputate alla produzione degli elementi cellulari del sangue periferico (globuli rossi, globuli bianchi e piastrine).

Banca di sangue cordonale:

E' una banca nella quale vengono trattate e conservate le unità di sangue cordonale raccolte. E' anche la struttura che si occupa della distribuzione delle unità di sangue cordonale presso il Centro Trapianti di midollo, dove il paziente per il quale l’unità è stata selezionata è ricoverato.

Raccolta e conservazione allogenica (donazione):

Il sangue da cordone ombelicale è donato per essere messo a disposizione della collettività. La donazione è volontaria, gratuita e anonima. Le banche presso le quali sono conservate sono strutture pubbliche e fanno parte del Servizio Sanitario Nazionale.

Raccolta e conservazione autologa:

Il sangue da cordone ombelicale è riservato per uso autologo (del neonato a cui appartiene) o intra-familiare.

Raccolta e conservazione dedicata:

Il sangue del cordone ombelicale è dedicato ad un familiare, compatibile, generalmente un fratello o una sorella, affetto da una patologia per la quale è indicato un trattamento terapeutico che prevede l’utilizzo di cellule staminali emopoietiche (trapianto allogenico). La raccolta e la conservazione non comportano alcun onere per la donatrice e per la famiglia.

(fonte: Ministero della Salute)


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza