Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
19-12-2016

A cosa servono carboidrati e zuccheri?

A spiegarci in cosa consistono i carboidrati, fra i nutrienti principali della nostra dieta, è Elena Dogliotti, biologa nutrizionista della Fondazione Umberto Veronesi

I carboidrati rappresentano uno dei tre macronutrienti assieme ai grassi e alle proteine e devono essere alla nostra fonte di energia di eccellenza. Sono infatti il costituente principale degli alimenti da consumare ogni giorno, in più porzioni al giorno, ovvero cereali, frutta e verdura. Ma i carboidrati non sono tutti uguali, si distinguono in semplici e complessi. I semplici sono gli zuccheri, ovvero quei carboidrati costituiti da una o due molecole che troviamo nello zucchero da tavola, nel miele, nel latte, nella frutta e nelle preparazioni industriali. Questi hanno la caratteristica di essere assorbiti velocemente, causando dei picchi improvvisi di glicemia che stimolano l'insulina, favorendo nel tempo l'infiammazione. Favoriscono anche la produzione di grasso e la predisposizione al diabete di tipo 2. Per contro i carboidrati complessi sono rappresentati principalmente dagli amidi e dalla fibra. I cereali raffinati, ovvero privati della crusca e del germe, che contiene proteine, aminoacidi essenziali, lipidi e vitamine, hanno un impatto sulla glicemia simile a quello degli zuccheri. Ma quindi di quanti carboidrati abbiamo bisogno? La Società Italiana di Nutrizione Umana ci consiglia il 45/60 per cento della nostra energia quotidiana e di preferenza di origine integrale, oltretutto consiglia di assumere zuccheri semplici senza superare il 10/15 per cento della nostra energia quotidiana, questo per ridurre appunto i picchi causati dal glicemia.