Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
Alimentazione

Alimentazione e prevenzione con Fondazione Veronesi e Giro d'Italia: verdure a foglia verde

pubblicato il 23-05-2013
aggiornato il 06-11-2017

Alimentazione e prevenzione con Fondazione Veronesi e Giro d'Italia: verdure a foglia verde

La verdura a foglia verde come l’insalata e gli spinaci (ma anche il cavolo cappuccio verde) è ricca di molecole molto benefiche per la salute, fra le protagoniste della prevenzione nutrizionale: i folati.

Secondo il fondo mondiale per la ricerca sul cancro un consumo quotidiano di vegetali che contengono folati riduce significativamente il rischio di tumore al pancreas. Sono composti benefici ma molto instabili quindi per assimilarli al meglio bisogna fare molta attenzione alla preparazione dei cibi che li contengono.

La verdure a foglia verde infatti andrebbe consumata cruda (dopo averla ben lavata) e spezzettandola con le mani, sembra infatti che la rottura casuale delle fibre vegetali metta in m moto dei meccanismi enzimatici che modificano i folati in modo da renderli meglio assorbibili dal nostro organismo.


Per le donne: uno recente studio italiano su 31000 donne ha evidenziato come, all’aumentare del consumo di tutte le verdure, diminuisce il rischio di sviluppare un tumore al seno”. Esaminando la ricerca più in profondità, inoltre, si evince che un ruolo importante in tale riduzione del rischio è svolto dalle verdure a foglia, consumate sia crude che cotte: il ruolo protettivo è garantito dalle proprietà specifiche.


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza