Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
Alimentazione

Pasti leggeri e sport: consigli preparatori per Natale e Capodanno

pubblicato il 21-12-2017
aggiornato il 05-04-2018

Ridurre i pasti in vista delle festività può aiutare a compensare gli eccessi a tavola. Lo dice una ricerca sulla rivista Appetite. I consigli di Elena Dogliotti

Pasti leggeri e sport: consigli preparatori per Natale e Capodanno

Le vacanze sono alle porte, ma c'è uno spauracchio che agita i sonni degli italiani: come ripresentarsi l'8 gennaio senza troppi chili in eccesso? La risposta più scontata è ormai nota: meglio bandire gli eccessi ed evitare di consegnarsi anima e corpo alla sedentarietà. Ma siccome mettere in pratica i consigli nelle giornate comprese tra il 24 dicembre e il 6 gennaio risulta ai più difficile, c'è una strategia che varrebbe la pena di mettere in atto da subito: quella della compensazione anticipata. Mangiare meno nei giorni che precedono le vacanze natalizie può essere un utile stratagemma per tenere sotto controllo il girovita. 

ECCO TUTTI I BENEFICI
DELLA DIETA MEDITERRANEA

Obesità infantile: in Italia calo a piccoli passi

Obesità infantile: in Italia calo a piccoli passi

05-05-2017
COME PREPARARSI ALLE FESTIVITA' NATALIZIE?

La conferma dell'utilità di un simile approccio giunge da uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Appetite. I ricercatori dell'Università del Minnesota hanno analizzato i comportamenti di 430 partecipanti a una fiera locale, in cui c'è l'abitudine a eccedere a tavola: per giunta consumando pietanze ad alta densità energetica. Nel questionario sottoposto dagli autori, i partecipanti dello studio hanno dovuto indicare alimenti e bevande consumati durante l'evento e le accortezze utilizzate nei giorni precedenti: sia in termini dietetici sia come attività fisica. Due gli aspetti emersi dalla ricerca. Nel corso dei pasti consumati durante la fiera, i partecipanti avevano assunto all'incirca 300 chilocalorie in più rispetto alla media. Quasi la metà degli intervistati, però, si era «lasciata andare» dopo giorni di dieta (secondo quanto dichiarato dal 38 per cento degli intervistati) o dopo aver comunque incrementato l'attività fisica (11 per cento). Due soluzioni talvolta complementari utili per preparare il terreno allo «strappo».


Così in autunno teniamo lontani sovrappeso e obesità

GIOCARE D'ANTICIPO FUNZIONA

La ricerca ha svelato come sia crescente il fronte di chi preferisce prepararsi prima piuttosto che correre ai ripari dopo, pur di tenere sotto controllo il proprio peso. La tendenza a giocare d'anticipo è risultata spesso accompagnata da altri due comportamenti incoraggianti: una maggiore capacità di controllo in occasione delle festività, seguite da un insieme di comportamenti mirati a limitare gli effetti degli eccessi nelle giornate successive. Chi si preoccupa prima, dunque, è anche più portato ad adottare i dovuti accorgimenti dopo. «I dati confermano come una maggiore attenzione al consumo di alimenti salutari nei giorni che precedono le vacanze possa essere un'opzione utile per far fronte alle tentazioni - afferma Elena Dogliotti, biologa nutrizionista e supervisore scientifico della Fondazione Umberto Veronesi -. Nei giorni di festa evitare gli eccessi è difficile, ma l'importante è non considerare quello compreso tra il 24 dicembre e il 6 gennaio come un unico periodo di vacanze».


Natale a tavola: nessun divieto, ma occhio alle porzioni


L'obesità si può curare? Sì: ecco come

L'obesità si può curare? Sì: ecco come

10-10-2017
 FIBRE PER COMPENSARE GLI ECCESSI

Non esistono delle pietanze che ci permettano di tenere il peso sotto controllo, ma delle indicazioni utili sì. «Viste le tentazioni natalizie, negli altri giorni dovremmo dare più spazio ad alimenti ricchi in fibre, come la frutta e la verdura, che aumentano la sazietà e di conseguenza ci aiutano a ridurre il consumo di altri alimenti ricchi di carboidrati: come i primi piatti, il pane e i dolci», prosegue l'esperta. Le stesse indicazioni da seguire a tavola, valgono per il tempo libero. «Le vacanze invernali non vanno concepite come una fase utile soltanto al riposo. Nei giorni in cui non si lavora, c'è più tempo per fare attività fisica. Approfittiamone». 

 

Fabio Di Todaro
Fabio Di Todaro

Giornalista professionista, lavora come redattore per la Fondazione Umberto Veronesi dal 2013. Laureato all’Università Statale di Milano in scienze biologiche, con indirizzo biologia della nutrizione, è in possesso di un master in giornalismo a stampa, radiotelevisivo e multimediale (Università Cattolica). Messe alle spalle alcune esperienze radiotelevisive, attualmente collabora anche con diverse testate nazionali ed è membro dell'Unione Giornalisti Italiani Scientifici (Ugis).


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza