Chiudi
L'esperto risponde
Redazione

Farmaci abbronzanti: sono sicuri?

pubblicato il 14-06-2021

Farmaci per malattie rare spacciati come abbronzanti. L'uso è fortemente sconsigliato

Farmaci abbronzanti: sono sicuri?

Nelle farmacie, nelle erboristerie e spesso anche nei supermercati ci sono molti prodotti che promettono di abbronzare "dal di dentro" la pelle. La maggior parte di essi sono integratori: con diverse modalità assicurano di fornire o stimolare la produzione di melanina e in tal modo di produrre un effetto abbronzante. In genere, per le persone sane, si tratta di prodotti con pochi o nessun effetto collaterale.

La nostra pelle ha un'importanza vitale

La nostra pelle ha un'importanza vitale

Sostieni la ricerca sui tumori della pelle


Scegli la tua donazione

Importo che vuoi donare

Tuttavia, a differenza dei farmaci, per gli integratori non è necessaria la conduzione di studi che ne dimostrino l’effcacia prima della commercializzazione, perciò non è detto che funzionino o che l’effetto prodotto corrisponda a quello atteso. In ogni caso è bene tenere a mente che l’assunzione di questi prodotti non protegge dai danni del sole.

Diverso è il caso di un vero e proprio farmaco di cui spesso si decantano le doti sul web. È venduto con diversi nomi (il più comune è melanotan) ed è un ormone utilizzato per curare una malattia rara. On line viene proposto come abbronzante (oltre che per la sua presunta capacità di ridurre la massa grassa e per incrementare le prestazioni sessuali maschili). L’uso è fortemente sconsigliato, poiché può avere seri effetti collaterali. Il suo acquisto per canali non uffciali è inoltre illegale.

 

 


Articoli correlati


In evidenza

Torna a inizio pagina