Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
L'esperto risponde

Quando è il caso di usare gli inibitori di pompa protonica?

pubblicato il 03-08-2017
aggiornato il 26-09-2017

L'efficacia dei prazoli non è in discussione, ma il loro utilizzo deve essere appropriato. Ecco quando i benefici degli inibitori di pompa protonica superano gli svantaggi

Quando è il caso di usare gli inibitori di pompa protonica?

La loro efficacia non è in discussione. Ma, dal momento che un paziente su due fa un cattivo utilizzo degli inibitori di pompa protonica (noti anche come prazoli), fare chiarezza sulle condizioni che ne raccomandano la somministrazione è necessario.

Si tratta di farmaci in grado di inibire la secrezione acida da parte dello stomaco (funzionale alla digestione e all'annientamento di batteri introdotti attraverso la via digerente). Possono avere controindicazioni importanti ma sono utilissimi nei casi di gastrite, per alleviare i sintomi del reflusso gastroesofageo e nelle infezioni da Helicobacter Pylori.

Quando non si può proprio fare a meno degli inibitori di pompa protonica? Lo abbiamo chiesto a Marco Soncini, direttore dell'unità operativa complessa di gastroenterologia, Asst Santi Paolo e Carlo di Milano e tesoriere dell'Associazione Italiana dei Gastroenterologi Ospedalieri (Aigo).

QUANDO E' IL CASO DI USARE GLI INIBITORI DI POMPA PROTONICA?


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza

Da non perdere

News dalla Fondazione Eventi Iniziative editoriali Il meglio dai Blog Video