Chiudi
L'esperto risponde

Ritrovare l'affinità sessuale dopo un tumore: ecco come

pubblicato il 06-08-2020

Il timore di non essere attraente nasce più dalla mancata accettazione della propria immagine che da un problema di coppia. I consigli per superare queste difficoltà

Ritrovare l'affinità sessuale dopo un tumore: ecco come

A dispetto di quel che si può pensare, diversi studi hanno mostrato che per la gran parte degli uomini la perdita di un seno o la sua alterazione è quasi irrilevante in confronto al valore di avere ancora al proprio fianco la persona che amano.


Spesso il timore di non essere attraente e desiderata nasce più dalla mancata accettazione della propria immagine corporea che da un effettivo problema con il partner. È su questo che bisogna lavorare, tenendo conto che proprio il compagno può rappresentare un prezioso aiuto nel processo di accettazione e di costruzione della nuova immagine di sé. Nonostante i nostri sforzi io e il mio partner non riusciamo a ritrovare l’affinità sessuale


Se ci si rende conto di avere difficoltà con la vita sessuale, è bene chiedere aiuto richiedendo una consulenza sessuologica. Si tratta di un intervento che può essere rivolto sia al singolo sia alla coppia e ha come obiettivo di offrire un supporto per comprendere le difficoltà sessuali nelle loro componenti fisica, psicologica e relazionale, e per trovare una soluzione che possa diminuire il disagio.


Il più delle volte si tende a non chiedere aiuto per questo tipo di problemi, ma la relazione sessuale è un aspetto molto importante nella vita di coppia e non risolvere i problemi in questa sfera può avere ripercussioni importanti per la stabilità della famiglia e per il benessere di entrambi i componenti.


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza

Torna a inizio pagina