Chiudi
Oncologia
Paola Scaccabarozzi

Cura dei tumori pediatrici: un'Europa a due velocità

pubblicato il 18-02-2022

Le disuguaglianze economiche presenti nel continente influiscono in maniera notevole sulla buona riuscita delle terapie. A certificarlo il report dell'OMS

Cura dei tumori pediatrici: un'Europa a due velocità

Un report a cura dell’OMS/Europa, dal titolo "Disuguaglianze del cancro infantile nella regione europea dell’OMS" e diffuso in occasione della Giornata internazionale contro il cancro infantile del 15 febbraio, ha lanciato l’allarme circa il diverso approccio nella diagnosi e nella cura dei tumori in età pediatrica e adolescenziale nei diversi paesi europei. Complice, anzi, imputato principale è la differenza di reddito all’interno del territorio europeo. «E se, gli ultimi decenni hanno visto enormi progressi nella sopravvivenza del cancro infantile e oggi possiamo curare fino all'80% dei tumori infantili, rispetto al 30% degli anni Sessanta, grazie a tecnologie innovative e diagnosi e trattamenti migliorati», ha affermato il dottor Nino Berdzuli, Direttore della Divisione Salute del Paese Programmi, OMS/Europa, «Nei paesi ad alto reddito, il cancro non è più una condanna a morte per bambini e adolescenti. Sfortunatamente, questo non è però vero in tutte le zone d’Europa».

Tumori pediatrici: tutti i successi dal 1900 ad oggi

Tumori pediatrici: tutti i successi dal 1900 ad oggi

25-01-2022

IL TASSO DI MORTALITA’ MUTA DA PAESE A PAESE IN MANIERA TROPPO SIGNIFICATIVA

Netta è purtroppo la differenza dei dati circa la sopravvivenza a cinque anni di distanza dalla diagnosi. Il tasso di mortalità varia infatti dal 9% di alcuni Paesi della Regione al 57% di altri. Ciò indica una miriade di disuguaglianze nell'approccio alla malattia e alla cura. Le differenze presenti sono dunque particolarmente significative e, non solo tra i paesi a reddito più alto e quelli a basso reddito, ma possono anche differire in maniera eclatante all'interno della stessa nazione tra aree geografiche e differenti gruppi socioeconomici o anche in base al genere. Il rapporto, nello specifico, esamina in che modo i bambini e le loro famiglie sono influenzati da disuguaglianze che spesso si sovrappongono e determinato un aggravamento delle condizioni generali: differenze tra i paesi, ad esempio tra i paesi dell'Europa orientale e occidentale; disuguaglianze all'interno dei paesi stessi e attribuibili a contesti socioeconomici, genere, età, geografia (rurale/urbana) e altri fattori. E’ stato analizzato anche l’impatto del cancro infantile come ulteriore causa di disuguaglianze, in grado di esacerbare difficoltà e condizioni preesistenti, incidendo così su salute fisica e mentale, benessere generale e opportunità di lavoro a lungo termine.

I PARAMETRI VALUTATI NEL REPORT

Questo rapporto innovativo è il frutto di un importante lavoro di raccolta di fonti pubblicate, compresi gli studi dei 53 Stati membri della regione europea dell'OMS, dall'Islanda a ovest al Kirghizistan a est. Tra questi stati, 34 sono considerati paesi ad alto reddito, 14 paesi a reddito medio-alto e 5 paesi a reddito medio-basso. Il rapporto illustra in maniera dettagliata le esperienze vissute dei bambini malati di cancro e delle loro famiglie per illustrare l'impatto significativo delle disuguaglianze sull’approccio terapeutico. Viene messo in evidenza come talvolta gli ospedali non dispongano di medicinali sufficienti e i genitori debbano dunque procurarsi i farmaci da soli; oppure come la mancanza di consapevolezza di che cosa è il cancro infantile e la conoscenza dei protocolli standardizzati di trattamento del tumore in età pediatrica determinino una diagnosi mancata, ritardata o imprecisa. Talvolta la mancanza di strutture fa sì che i bambini vengano curati in reparti per adulti. Queste situazioni molto difficili e complesse sono state ulteriormente esacerbate dall’impatto della pandemia da COVID-19.

L'impatto del Covid-19 sull'oncologia pediatrica

L'impatto del Covid-19 sull'oncologia pediatrica

15-02-2022

RENDERE PIU’ EQUE DIAGNOSI E CURE

Il rapporto contiene un elenco di suggerimenti e raccomandazioni finalizzati alle riduzione delle disuguaglianze nel trattamento del cancro infantile. Nello specifico i concetti chiave sono:

- investire nella raccolta e nell'analisi dei dati, poiché nessuna decisione può essere presa senza dati;

- garantire diagnosi e cure gratuite per evitare spese insostenibili da parte delle famiglie;

- finanziare la formazione professionale di medici e infermieri per garantire la consapevolezza e l'uso di protocolli di trattamento pediatrico standardizzati per il cancro;

- sostenere i guariti attraverso piani di assistenza di supporto per affrontare gli effetti a lungo termine, fornendo alle famiglie colpite sostegno finanziario e sociale.

Questo rapporto, che parte dalla campagna dell'OMS/Europa Unita contro il cancro lanciata nel 2021, giunge anche grazie all’annuncio del dicembre dello scorso anno, da parte dell'OMS e del St. Jude Children's Research Hospital (USA), circa la creazione di una piattaforma che aumenterà notevolmente l'accesso ai farmaci contro il cancro infantile in tutto il mondo. Sfida e obiettivo primario, oltre a quello di rendere il cancro una malattia sempre meno pericolosa, è quello di garantire progressi equi nella diagnosi e nella cura.

Sostieni la ricerca, sostieni la vita. Dona ora per la ricerca contro i tumori pediatrici

Fai qualcosa di grande

Fai qualcosa di grande

Sostieni la ricerca sui tumori pediatrici


Scegli la tua donazione

Importo che vuoi donare

Paola Scaccabarozzi
Paola Scaccabarozzi

Giornalista professionista. Laureata in Lettere Moderne all'Università Statale di Milano, con specializzazione all'Università Cattolica in Materie Umanistiche, ha seguito corsi di giornalismo medico scientifico e giornalismo di inchiesta accreditati dall'Ordine Giornalisti della Lombardia. Ha scritto: Quando un figlio si ammala e, con Claudio Mencacci, Viaggio nella depressione, editi da Franco Angeli. Collabora con diverse testate nazionali ed estere.   


Articoli correlati


In evidenza

Torna a inizio pagina