Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
Pediatria

Ginocchio e schiena: mai sottovalutare i dolori durante l’adolescenza

pubblicato il 02-09-2014
aggiornato il 06-02-2017

Secondo una ricerca danese sono le due parti più esposte ai malanni durante la crescita. Se non curati, possono causare fastidi cronici

Ginocchio e schiena: mai sottovalutare i dolori durante l’adolescenza

Guarire dal dolore si può: scopri come

Sembrerebbe un problema degli adulti, se non proprio degli anziani. Invece i dolori osteoarticolari colpiscono anche gli adolescenti, con una frequenza da non trascurare e due distretti maggiormente colpiti: il ginocchio e la schiena. Condizioni che non sono destinate a svanire con l’età, ma possono persistere e aggravarsi: divenendo anche croniche.

 

ADOLESCENTI “DEBOLI”

Quelli che generalmente vengono definiti come “malanni della crescita” possono dunque andare oltre l’adolescenza e manifestarsi anche in età adulta. È la conclusione a cui è giunto un gruppo di ricercatori danesi al termine di uno studio condotto su 2953 adulti in erba, di età compresa tra 12 e 19 anni, chiamati a rispondere a un questionario online al termine dell’attività fisica svolta a scuola.

Tra i quesiti si chiedeva di indicare quali fossero le parti del corpo dolenti, con quale frequenza si manifestassero gli acciacchi e quali fossero le discipline sportive praticate. I risultati emersi dall’indagine, pubblicati sulle colonne di Bmc Pediatrics, hanno evidenziato che il 61% dei giovani interpellati avvertiva dolore a un distretto osteoarticolare, con un numero pari alla metà di ragazzi che segnalavano problemi in più parti del corpo. Più esposte erano le ragazze e, in generale, tutti gli adolescenti che svolgevano un’attività sportiva più intensa.

 

SITI ESPOSTI

Dodici i punti risultati più dolenti: testa, schiena, spalla, petto, stomaco, gomito, mani e polsi, anche e inguine, cosce, ginocchia, caviglie e piedi. Tra questi, però, i maggiori riscontri hanno riguardato ginocchio e colonna vertebrale: un’associazione non del tutto nuova, anche in considerazione di precedenti ricerche. «Un adolescente su tre soffre di sindrome femoro-rotulea, una condizione molto comune in chi avverte problemi al ginocchio, caratterizzata da un dolore costante alla parte posteriore della rotula», afferma Michael Rathleff, fiosioterapistanell’unità di chirurgia ortopedica dell’ospedale universitario di Aalborg e prima firma della pubblicazione.

Il malanno, se non trattato, tende a cronicizzare -come dimostrato dal 55% dei ragazzi coinvolti nello studio -,con conseguenze prevedibili nella vita quotidiana. Da qui l’ipotesi che alcune forme di artrosi dell’età adulta possano in realtà iniziare a manifestarsi già nel corso dell’adolescenza. La soluzione? «Non trascurare i dolori e fare subito una visita ortopedica specialistica: una volta trovata la causa del malessere, i ragazzi possono riprendere regolarmente l’attività sportiva», chiosa Rathleff, pur precisando che muoversi fa bene, ma senza andare oltre i limiti.

                         
@fabioditodaro

Fabio Di Todaro
Fabio Di Todaro

Giornalista professionista, lavora come redattore per la Fondazione Umberto Veronesi dal 2013. Laureato all’Università Statale di Milano in scienze biologiche, con indirizzo biologia della nutrizione, è in possesso di un master in giornalismo a stampa, radiotelevisivo e multimediale (Università Cattolica). Messe alle spalle alcune esperienze radiotelevisive, attualmente collabora anche con diverse testate nazionali.


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza

Da non perdere

News dalla Fondazione Eventi Iniziative editoriali Il meglio dai Blog Video