Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
Alimentazione

Mela: tante virtù in un unico frutto salutare

pubblicato il 04-07-2011
aggiornato il 14-02-2017

Un vero toccasana utile per contrastare problemi intestinali e prevenire i tumori. Si alla buccia, ma deve essere opportunamente lavata

Mela: tante virtù in un unico frutto salutare
Un vero toccasana utile per contrastare problemi intestinali e prevenire i tumori. Si alla buccia, ma deve essere opportunamente lavata

Un vecchio adagio recita: “Una mela al giorno toglie il medico di torno”. Forse la saggezza popolare non aveva poi così torto. Sono infatti sempre più numerosi gli studi scientifici che confermano quanto la mela sia un vero toccasana per il nostro corpo.

Anche se le caratteristiche variano molto da varietà a varietà, la mela rimane uno di quei frutti fondamentali per una sana e corretta alimentazione.

ANTI-TUMORALE NATURALE

Tra le caratteristiche che la rendono più interessante dal punto di vista scientifico vi è sicuramente quella di antitumorale naturale.Particolarmente attivo in questo settore di indagine è l’Istituto Agrario di S. Michele all’Adige in Trentino.

Il centro di ricerca ha dimostrato infatti che le mele contengono grandi quantità di polifenoli, antiossidanti in grado di contrastare i danni causati dall'invecchiamento. Le ricerche più frequenti nella recente letteratura medica riguardano il comportamento delle cellule derivate da numerosi tumori umani come l’adenoma ed il carcinoma del colon, il cancro del fegato, la leucemia, il melanoma, ed altri tipi di tumore.

Con le mele si è visto infatti che lo sviluppo delle cellule tumorali in coltura viene ridotto rispettivamente di circa il 40-60% aggiungendo la mela con la buccia e del 30-40% aggiungendo solo la polpa.

SI ALLA BUCCIA

Quando mangiamo la mela non dimentichiamoci di non tralasciare la buccia. Di mela o pera, quando opportunamente lavata, la buccia deve essere mangiata. In essa infatti sono contenute delle sostanze, i triterpenoidi, che secondo recenti studi avrebbero, tra gli altri, il potere di diminuire il rischio di sviluppare alcuni tumori come quello al fegato, al colon e al seno.

BUONA DIGESTIONE

Tra le componenti principali della mela, oltre agli antiossidanti, vi sono anche le fibre. Presenti in elevata concentrazione nella polpa e nella buccia della mela, favoriscono un buon funzionamento del transito intestinale e sono utili sia per stimolare l’intestino pigro sia come elemento per contrastare i fenomeni di diarrea. Non solo, le fibre contribuiscono anche a generare quel senso di sazietà tipico.

COLESTEROLO SOTTO CONTROLLO

Recentissimi studi hanno anche confermato il ruolo delle fibre, e in particolare della pectina, nel controllo della glicemia. Alcuni ricercatori dell'University of Florida hanno riscontrato infatti che le donne che seguono la dieta della "mela al giorno" possono avere i livelli del colesterolo LDL, ovvero quello cattivo, minore di quasi un quarto già nei primi sei mesi di dieta.

POLMONI PROTETTI

Ma i benefici non si fermano qui. Diversi studi hanno anche dimostrato che mangiando almeno 5 mele a settimana si contribuisce a tenere in buona forma i nostri polmoni. Le mele infatti sono ricche di quercetina, un flavonoide che è stato dimostrato proteggere il polmone dai danni del fumo e dall’inquinamento atmosferico rallentando la degradazione cellulare.


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza

Da non perdere

News dalla Fondazione Eventi Iniziative editoriali Il meglio dai Blog Video