Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
Altre News

Le nuove cure contro il dolore

pubblicato il 23-05-2014
aggiornato il 11-05-2017

Tutte le novità contro la sofferenza inutile

Le nuove cure contro il dolore

Ma perché il dolore è diventato una malattia e non più un sintomo? “Il dolore è sempre stato un segnale di malattia  – dice Furio Zucco, esperto di terapia del dolore e presidente della Associazione Presenza Amica – e quando si rimuoveva la causa spariva anche il dolore. Oggi non è così. Il dolore non è più un fatto acuto, ma cronico, derivante da artrosi, arteriopatie o neuropatie non rimuovibili. Quindi il dolore è diventato una malattia che, per fortuna, oggi abbiamo i mezzi per curare. Ma occorre più informazione tra il pubblico e più formazione tra i medici.

Oggi abbiamo abbastanza esperienza da proporre terapie personalizzate a seconda  del tipo di dolore e della sua frequenza e conosciamo i criteri per la selezione del malato. Tra le novità in tema di terapia c’è la stimolazione elettrica a livello del midollo. Utilizzando elettrodi applicati sotto pelle , prima collegati e stimolati con una fonte elettrica esterna,  poi, in caso positivo, con una pila sottopelle, la neuro stimolazione elettrica ha già dato beneficio a migliaia di malati che soffrivano di dolore refrattario alle cure.

Ma si può anche intervenire con una pompa che inietta i farmaci, attraverso un catetere nel liquido cerebrospinale. Anche sul fronte farmacologico c’è stato un grande passo avanti. Oltre ai farmaci più comunemente conosciuti, a base di oppioidi, oggi abbiamo a disposizione anche farmaci utilizzati per l’epilessia, che hanno dimostrato di essere utili nelle forme di dolore neuropatico”.

 

torna allo SPECIALE LOTTA AL DOLORE


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza