Chiudi
Fumo
Serena Zoli

Il fumo (anche di sigarette elettroniche) e la disfunzione erettile

pubblicato il 21-02-2022

L'erezione maschile potrebbe essere danneggiata anche dall'uso di sigarette elettroniche e altri dispositivi contenenti nicotina

Il fumo (anche di sigarette elettroniche) e la disfunzione erettile

Le sigarette elettroniche (e-cigarettes) e gli altri dispositivi elettronici che rilasciano nicotina (ends) possono aumentare il rischio maschile di problemi nell’erezione. E’ questa la conclusione di una ricerca pubblicata sull’American Journal of Preventive Medicine.

Del tabacco si sa che è un fattore di rischio per la disfunzione erettile, ha sottolineato Omar El-Shahawi, della New York University, mentre i vari tipi di sigarette elettroniche con nicotina (ends) sono percepiti come meno dannosi. «Eppure molti degli ultimi tipi di ends normalmente in vendita, in accoppiata con e-liquidi ad alta concentrazione di nicotina – sottolineano i ricercatori – possono erogare più alti livelli di nicotina rispetto a una sigaretta. Questo studio illustra la scoperta che l’uso di ends potrebbe avere serie conseguenze quanto alla salute sessuale dei maschi».

SOTTO ANALISI 25.000 UOMINI

El-Shahawy e i colleghi si sono avvalsi dei dati raccolti tra il dicembre 2016 e il gennaio 2018 dal Population Assessment of Tobacco or Health, uno studio statale longitudinale sull’uso del tabacco e sulle conseguenze per la salute degli americani. Gli studiosi hanno concentrato l’attenzione sui maschi dai 20 anni in su che hanno risposto su eventuali problemi nell’erezione e su altri parametri di salute. Due i gruppi analizzati: 1) l’intero campione di maschi di circa 14.000 individui; 2) un campione ristretto di più di 11.000 uomini di età 20-65 che non avevano mai avuto disturbi cardiovascolari. E gli autori hanno spiegato il perché dell’esclusione dei soggetti sopra i 65 anni o con precedenti cardiovascolari in quanto tali patologie presentano non di rado disfunzioni erettili.

PROBLEMI ERETTILI ANCHE DOPPI

Ora, la disfunzione erettile è risultata nel 10,2 per cento dei volontari tra i 20 e i 65 anni senza precedenti disturbi cardiovascolari e del 20,7 nell’intero campione. In ambedue i gruppi quanti fanno uso quotidiano di sigarette elettroniche risultavano avere difficoltà erettili oltre il doppio di quanti non avevano mai fatto uso di tali dispositivi. «Poiché gli ends vengono ritenuti, nell’opinione corrente, una riduzione del danno rispetto al tabacco e un possibile aiuto a smettere di fumare, ci sembra il caso che i consumatori di questa “diversa nicotina” sappiano della sua possibile associazione con le disfunzioni erettili», concludono i ricercatori di New York e altre università statunitensi.

CALA L’ORMONE MASCHILE

Il dottor Roberto Boffi è responsabile della Pneumologia e del Centro antifumo all’Istituto nazionale dei Tumori di Milano e fa parte del Comitato scientifico per la lotta al fumo di Fondazione Umberto Veronesi. Valuta positivamente la ricerca statunitense e i suoi risultati, anche se alcuni già noti: «Si sapeva già che le sigarette hanno un’azione vasocostrittiva, che non fa bene al sistema cardiovascolare, ed è noto che si verifica una riduzione del testosterone, l’ormone maschile per eccellenza». Giusta l’attenzione, se non l’allarme, suscitato intorno alle e-cigarette. «Con questo termine si indicano le sigarette elettroniche caricate con i liquidi, cartucce con o senza nicotina – spiega il dottor Boffi. - Ora le fanno sempre più ricche di questa sostanza per “legare” il consumatore, con una dipendenza di cui non è consapevole. Sempre più spesso sigarette elettroniche e sigarette normali sono simili, quasi alla pari, ma le prime sono spesso ritenute più innocue».

NO AL “CONSUMO DUALE”: LE DUE SIGARETTE

Nel mondo introdotto dal fumo “liquido” c’è un peggio: «Ed è il consumo duale: fumare sia le sigarette normali sia i dispositivi elettronici. Questa è un’informazione che va data – sottolinea Boffi - come pure l’informazione che cominciando con le elettroniche non si è al riparo dal rischio di iniziazione, si va comunque alla dipendenza da nicotina». Informazioni basilari tanti sono, manifesti o sottesi, i messaggi menzogneri. Nessuno di chi e-fuma con nicotina pensa, per esempio, che quanto emette sia “fumo passivo” pericoloso per chi gli sta intorno, e così è invece. Aggiunge Roberto Boffi: «Accade che nell’uomo si verifichino problemi dell’erezione anche fumando con e-cigarettes e ends dai liquidi privi di nicotina. C’è ancora da studiare, parecchio».

Sostieni la ricerca scientifica d'eccellenza e il progresso delle scienze. Dona ora.

Dona ora per la ricerca contro i tumori

Dona ora per la ricerca contro i tumori

Sostieni la vita


Scegli la tua donazione

Importo che vuoi donare

Serena Zoli
Serena Zoli

Giornalista professionista, per 30 anni al Corriere della Sera, autrice del libro “E liberaci dal male oscuro - Che cos’è la depressione e come se ne esce”.


Articoli correlati


In evidenza

Torna a inizio pagina