Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
L'esperto risponde

Diverticolite: quale dieta seguire?

pubblicato il 08-03-2018
aggiornato il 18-04-2018

L'indicazione più diffusa porta a ridurre il consumo di fibre. Ma come spiega Marco Soncini, frutta, verdura, legumi, semi e frutta secca devono essere ridotti soltanto nei periodi di infiammazione acuta

Diverticolite: quale dieta seguire?

I diverticoli sono piccole tasche che si sviluppano nelle pareti del colon. La diverticolosi descrive la presenza di queste tasche. La diverticolite rappresenta l’infiammazione o le complicazioni di queste tasche ed è un problema che riguarda circa la metà della popolazione occidentale con più di 60 anni e la quasi totalità degli ottantenni. Molti pazienti si chiedono come modulare la dieta a seguito della diagnosi.


Una delle informazioni più ricorrenti porta a suggerire uno schema alimentare povero di fibre. Ma in realtà come spiega Marco Soncini, direttore dell'unità operativa complessa di gastroenterologia, Asst Santi Paolo e Carlo di Milano e tesoriere dell'Associazione Italiana dei Gastroenterologi Ospedalieri (Aigo), l'indicazione va rispettata in maniera pedissequa soltanto nei periodi di infiammazione acuta.

DIVERTICOLITE: QUALE DIETA SEGUIRE? 


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza