Chiudi
L'esperto risponde
Redazione

Secrezioni dal capezzolo: quando preoccuparsi?

pubblicato il 06-07-2022


Aggiungi ai preferiti

Registrati/accedi per aggiungere ai preferiti

La secrezione di liquidi dal capezzolo è un fatto frequente, ma può far temere un tumore al seno. Paolo Veronesi spiega quando servono i controlli

Secrezioni dal capezzolo: quando preoccuparsi?

Sto facendo alcuni accertamenti per una massa nodulare ad un seno, un nodulo che ho da anni e che non mi ha dato mai problemi. Ma una mattina ho notato una secrezione dal capezzolo, una piccola perdita di liquido trasparente dalla mammella sinistra. Ho 42 anni e nessun caso di tumore al seno in famiglia. Aspetto l'esito di ecografia e mammografia, e mi è stata anche consigliata una risonanza magnetica. Devo preoccuparmi? 

Grazie

Rita  (domanda pervenuta tramite form L'Esperto risponde)

Download

REGISTRATI

per scaricare o sfogliare il materiale

Tumore al Seno: domande e risposte dalla diagnosi al dopo cura

CONTENUTO PLUS

Contenuto
Plus

Sei già registrato? ACCEDI

TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

 

Risponde il professor Paolo Veronesi, Presidente della Fondazione Umberto Veronesi e Direttore Divisione Senologia Chirurgica dell’Istituto Europeo di Oncologia di Milano


Cara signora,

certamente, la perdita di liquido dal capezzolo è un sintomo piuttosto frequente e non necessariamente dovuto ad una patologia.

Una secrezione ematica o siero ematica (cioè con fuoriuscita di sangue o siero) certamente preoccupa e richiede ulteriori accertamenti. Una secrezione trasparente, acquosa, solitamente non ha importanza.

Chiaramente è importante inquadrare la situazione generale, valutare età e fattori di rischio, avere comunque a disposizione mammografia ed ecografia mammaria. Anche la risonanza magnetica mammaria è molto utile per scoprire piccoli papillomi retroareolari che possono essere responsabili di una secrezione, solitamente sierosa giallastra. Se vi è un sospetto di papilloma o altra patologia proliferativa la soluzione è chirurgica, con un piccolo intervento di asportazione dei dotti in Day Hospital.

 

Sostieni la ricerca, sostieni la vita. Dona ora per la ricerca sui tumori femminili

Per combattere i tumori femminili la ricerca ha bisogno di te

Per combattere i tumori femminili la ricerca ha bisogno di te

Sostieni la ricerca,
sostieni la vita


Scegli la tua donazione

Importo che vuoi donare


Articoli correlati


In evidenza

Torna a inizio pagina