Chiudi
Neuroscienze
Serena Zoli

Alcol e stress: quando il genere conta

pubblicato il 14-02-2022

Nella spinta a bere troppo alcol, le donne paiono più sensibili allo stress sociale rispetto agli uomini

Alcol e stress: quando il genere conta

Basta lo stress, da solo, a spingere le donne a bere troppo, ma non gli uomini. Per i maschi l’alzare troppo il gomito succede, causa stress, soltanto se hanno già cominciato a bere. Altra differenza: benché siano più gli uomini a esagerare con l’alcol, le donne hanno un maggior rischio di diventarne dipendenti.

Per questa ricerca il laboratorio organizzato dai ricercatori dell'Arizona State University ha preso le sembianze di un invitante bar, con tanto di barista, sgabelli e vivace conversazione. I volontari: 105 maschi e 105 femmine, divisi in modo randomizzato in due gruppi. Alcuni sottoposti a situazioni socialmente stressanti, altri no. Successivamente a tutti è stato offerto da bere: a una metà è stata data una bevanda alcolica equivalente a tre cocktails e all’altra metà tre placebo, bibite analcoliche; a tutti è stato spiegato di non bere più di una bevanda alcolica per ora.

 

DIFFERENZE DI GENERE POCO STUDIATE

Passo successivo: tutti i partecipanti avevano libero accesso a drinks alcolici per 90 minuti. Fine della pausa bar. E inizio dei risultati conteggiati dai ricercatori dell’Arizona State University e pubblicati, poi, sulla rivista Psychology of Addictive Behaviors. Le variabili misurate erano il numero di bevande ordinate, la propensione a violare i limiti indicati e i cambiamenti nella concentrazione di alcol nel respiro. Come osservazione di base, gli studiosi statunitensi hanno sottolineato quanto sia importante indagare sulle differenze fra uomini e donne nel caso dei consumi alcolici. Un principio basilare – per tutti gli ambiti della salute – della “medicina di genere” per la quale le donne non sono una copia dell’uomo né per quanto riguarda sintomatologia e diagnosi né per quanto concerne la sperimentazione di nuovi farmaci.

 

UN CONNUBIO DI GENI E AMBIENTE

«Sappiamo che sia i geni sia l’ambiente giocano un ruolo nel bere problematico. Sui geni non possiamo influire, ma sull’ambiente sì, possiamo intervenire. Stress e controllo alterato sull’alcol sono strettamente collegati. E poiché possiamo agire sullo stress, abbiamo studiato se gli elementi stressanti causano il bere sregolato», ha dichiarato Julie Patock-Peckham, guida del gruppo di ricerca e del laboratorio Social Addictions Impulse.

 

VERI DRINK E BEVANDE PLACEBO

Si è visto così che l’esposizione allo stress spingeva tutti i partecipanti alla prova a bere in modo più pesante. E gli uomini che come primo drink avevano ricevuto un alcolico hanno bevuto ben di più degli uomini che avevano cominciato la sessione bevendo un placebo (senza saperlo, ovviamente). Fra le donne, invece, inizio di sessione alcolico o no, è lo stress ad avere fatto la differenza. «L’avere individuato questa differenza tra i sessi, con i maschi che hanno bisogno di essersi già caricati di alcol per esagerare sotto stress, è un risultato notevole», sottolinea Patock-Peckham. Uomini e donne sono diversi anche sotto il profilo della risposta all’alcol, ma questo aspetto – ripetono gli studiosi dell’Università dell’Arizona – è parecchio sottovalutato e richiede ulteriori approfondimenti: «Non possiamo usare modelli studiati sull’uomo pretendendo di usarli per aiutare le donne». 

Sostieni la ricerca scientifica d'eccellenza e il progresso delle scienze. Dona ora.

Dona ora per la ricerca contro i tumori

Dona ora per la ricerca contro i tumori

Sostieni la vita


Scegli la tua donazione

Importo che vuoi donare

Serena Zoli
Serena Zoli

Giornalista professionista, per 30 anni al Corriere della Sera, autrice del libro “E liberaci dal male oscuro - Che cos’è la depressione e come se ne esce”.


Articoli correlati


In evidenza

Torna a inizio pagina