Chiudi
Oncologia
Daniele Banfi

Non solo cervice uterina: l'Hpv e i tumori testa-collo

pubblicato il 08-03-2021

I fattori di rischio dei tumori del distretto testa-collo non sono solo fumo e alcol. Anche l'Hpv gioca un ruolo importante. Ecco perché la vaccinazione anche nei maschi è importante

Non solo cervice uterina: l'Hpv e i tumori testa-collo

Le infezioni da Hpv sono responsabili anche dei tumori testa-collo. Il legame, ormai appurato da quasi 20 anni, ha infatti indotto negli ultimi tempi ad estendere la vaccinazione contro il virus anche negli uomini. Perché il papillomavirus, a differenza di quanto si possa pensare, è a tutti gli effetti un agente cancerogeno per le neoplasie del cavo orale, faringe e laringe alla stregua di alcol e fumo. Esserne consci di questo fatto è il primo passo per fare prevenzione.

Vaccini, screening, cure: il piano per debellare le malattie da Hpv

Vaccini, screening, cure: il piano per debellare le malattie da Hpv

01-03-2021
NON SOLO CERVICE UTERINA

Se in passato lo sguardo sulle infezioni da Hpv è sempre stato in favore della donna -il virus causa il 99% dei tumori della cervice uterina-, oggi non è più pensabile affrontare l'infezione dalla sola prospettiva femminile. Così come lo è per l'organo femminile, il bersaglio dei papillomavirus è anche il distretto testa-collo. Secondo gli ultimi dati disponibili l'infezione da Hpv rappresenta la causa del 32-36% dei tumori dell'orofaringe. In valore assoluto, si parla di quasi tremila nuove diagnosi annue.

I FATTORI DI RISCHIO

L'infezione alla base dei tumori della testa e del collo -la neoplasia di questo tipo più diffusa e correlata al papillomavirus umano è il carcinoma orofaringeo a cellule squamose- è trasmessa attraverso il sesso orale. Uno studio pubblicato alcuni anni fa sulla rivista Annals of Oncology ha dimostrato che l'abitudine alla pratica con partner multipli è considerata il comportamento più insidioso. Risultato confermato da una pubblicazione dei mesi scorsi, avvenuta sulla rivista Cancer, in cui si afferma che avere più di 10 partner con i quali si è praticato sesso orale aumenta oltre quattro volte le probabilità di ammalarsi di cancro alla bocca o alla gola collegato all'Hpv. Rischio che cresce ulteriormente per chi ha iniziato da molto giovane e se si sono avvicendati più compagni in tempi brevi.

Hpv: un vademecum per la salute dei ragazzi

Hpv: un vademecum per la salute dei ragazzi

12-03-2019
L'IMPORTANZA DEL VACCINO

Ecco perché, alla luce di questi importanti risultati, la vaccinazione assume più che mai importanza anche negli individui di sesso maschile. Importanza non solo per evitare lo sviluppo della malattia ma anche per accelerare i tempi per controllare la diffusione del virus poiché i maschi, non immunizzati, continuano a diffonderlo anche fra le femmine. Ed è proprio per questa ragione che da qualche anno tra gli 11 e i 12 anni, dunque prima dell'inizio dell'attività sessuale, il Servizio Sanitario Nazionale garantisce la profilassi a tutti gli adolescenti.

 

Daniele Banfi
Daniele Banfi

Giornalista professionista è redattore del sito della Fondazione Umberto Veronesi dal 2011. Laureato in Biologia presso l'Università Bicocca di Milano - con specializzazione in Genetica conseguita presso l'Università Diderot di Parigi - ha un master in Comunicazione della Scienza. Collabora con diverse testate nazionali.


Articoli correlati


In evidenza

Torna a inizio pagina