Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
Fumo

La nicotina è l'unica sostanza che dà dipendenza dalle sigarette?

pubblicato il 11-10-2017
aggiornato il 27-11-2017

Le sigarette, così come gli altri prodotti derivati dal tabacco, contengono altre sostanze la cui funzione è migliorare il rilascio e l’assorbimento della nicotina, ma che sono in grado esse stesse di indurre dipendenza

La nicotina è l'unica sostanza che dà dipendenza dalle sigarette?

La nicotina non è l'unica causa della dipendenza dalle sigarette. Purtroppo la dipendenza dal fumo è un fenomeno complesso che deriva anche da aspetti sociali e psicologici legati all’uso della sigaretta. Inoltre, le sigarette, così come gli altri prodotti derivati dal tabacco, contengono altre sostanze la cui funzione è migliorare il rilascio e l’assorbimento della nicotina, ma che sono in grado esse stesse di indurre dipendenza.


Gli inibitori delle monoamino ossidasi (MAO), per esempio, aumentano i livelli di alcuni neurotrasmettitori nel cervello (per esempio dopamina e serotonina) rinforzando l’effetto della nicotina. Spesso nelle sigarette sono presenti zuccheri e polisaccaridi che aumentano la concentrazione di sostanze come la formaldeide e l’acetilaldeide nel fumo. Quest’ultima, oltre a potenziare gli effetti sul cervello della nicotina, ha la capacità di indurre dipendenza. Ancora, gli additivi alcalini (come i derivati dell’ammoniaca) sono
usati soprattutto per cambiare l’acidità del fumo. Ciò si traduce in una
maggiore disponibilità di una forma di nicotina (non ionizzata) che è in
grado di attraversare con più facilità le membrane biologiche e quindi amplificare i suoi effetti.


Molti degli aromi contenuti nelle sigarette hanno poi effetti diretti
o indiretti sull’induzione della dipendenza. Il mentolo, oltre a modificare il
gusto del fumo, facilita un’inspirazione più profonda e quindi l’assunzione
di una maggiore dose di nicotina. Effetti simili esercita anche l’acido levulinico, che in più agisce anche sull’acidità del fumo. Il cacao contiene una sostanza che ha effetti broncodilatatori (la teobromina) e facilita quindi l’assorbimento della nicotina nei polmoni. Gli aromi possono diventare inoltre essi stessi un rinforzo all’uso della sigaretta: in tal modo il desiderio di fumare nasce anche dalla voglia di sentire nuovamente il buon aroma.
 

Per saperne di più sui danni provocati dal fumo, iscriviti al sito e scarica gratuitamente il manuale.

 


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza