Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
L'esperto risponde

Davvero smettere di fumare regala dieci anni di vita?

pubblicato il 30-11-2012
aggiornato il 05-09-2017

Risponde Angelo Casalini, direttore della struttura complessa di Pneumologia ed endoscopia toracica all’Azienda ospedaliero-universitaria di Parma

Davvero smettere di fumare regala dieci anni di vita?

Risponde Angelo Casalini, direttore della struttura complessa di Pneumologia ed endoscopia toracica dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Parma

Ho sentito alla radio che smettere di fumare fa guadagnare anni di vita in più. E’ vero? Ed è valido solo per chi ha fumato poche sigarette per un numero limitato di anni o vale per tutti?
Vorrei convincere mia madre a smettere e questa potrebbe essere una buona arma.
Grazie per la risposta, Nicola

RISPOSTA
È in occasione del 100esimo anniversario della nascita di Sir Richard Doll (il 28 ottobre del 1912), fisiologo ed epidemiologo inglese che identificò per primo il legame fra il fumo di sigaretta e il cancro ai polmoni, che la rivista The Lancet ha pubblicato nei giorni scorsi  i risultati del Million women study, opera del Cancer Research UK e Medical Research Council inglese.
In sintesi l'indagine dimostra che i benefici dello smettere di fumare sono maggiori di quanto sia stato mai dimostrato in studi precedenti. Le donne che hanno smesso di fumare intorno ai 30 anni di età hanno infatti ridotto del 97 per cento il rischio di morte prematura.
Chi lo ha fatto a 40 anni ha ridotto di dieci volte il rischio di morire a causa del fumo rispetto a chi invece ha continuato a farlo. Il rischio dipende dal numero di sigarette fumate, ma anche fumarne solo una al giorno raddoppia il rischio di morte per patologie correlate alla sigaretta rispetto a chi non fuma per nulla.
La ricerca è stata svolta su 1,3 milioni di donne fumatrici e no, di età tra i 50 e i 65 anni, le cui abitudini e stile di vita sono state sotto osservazione dal 1996 al 2001.

Oggi le donne che fumano hanno lo stesso rischio di morire degli uomini fumatori, ma chi smette di fumare prima di raggiungere la mezza età guadagnerà in media dieci anni di vita. Le donne nate negli anni '40 furono la prima generazione di fumatrici ed è negli anni '60 che il gentil sesso ha iniziato a fumare in modo massiccio e simile agli uomini. Solo ora quindi possiamo osservarne gli effetti nel lungo periodo e trarne delle solide conclusioni. Nel gruppo osservato il 20 per cento erano fumatrici, il 28 per cento ex-fumatrici e il 52 per cento non aveva mai fumato.
Chi ha continuato a fumare per tre anni consecutivi ha mostrato un rischio di morte 3 volte superiore alle non fumatrici nei 9 anni successivi, ma il rischio si è ridotto notevolmente per coloro che hanno smesso di fumare durante lo stesso arco di tempo.
I due terzi delle morti delle fumatrici degli anni ‘50-‘60 e ‘70 sono state per cancro ai polmoni, patologie croniche polmonari, patologie cardiache ed infarto.
Credo quindi tu abbia abbastanza ragioni per poter convincere la tua mamma a dire basta.
Se decidete potete consultare gratuitamente un Centro Antifumo: trovi qui l’elenco completo a cura dell’Istituto superiore di sanità.


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza

Da non perdere

News dalla Fondazione Eventi Iniziative editoriali Il meglio dai Blog Video