Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
L'esperto risponde

L'aereo può causare mal di testa?

pubblicato il 04-07-2013
aggiornato il 12-01-2017

Risponde il Dottor Federico Mainardi, Responsabile del Centro Cefalee della Neurologia dell'Ospedale Civile di Venezia

L'aereo può causare mal di testa?

Ho fatto un viaggio in aereo e durante l’atterraggio la testa mi stava scoppiando. Può esserci una correlazione?
M.N., Napoli

Risponde il Dottor Federico Mainardi, Responsabile del Centro Cefalee della Neurologia dell’Ospedale Civile di Venezia

Sì, si tratta di una particolare forma di cefalea definita ‘cefalea da aeroplano’. Gli attacchi possono comparire sia in corso di decollo, ma, più di frequente, in fase di atterraggio. La durata del dolore è piuttosto breve (nel 95% dei casi meno di 30 minuti); non associato a nausea e altri sintomi, quali vomito, sensibilità alla luce o al rumore, questo è molto intenso, localizzato su un solo lato della testa, solitamente nella fronte o vicino all'occhio. I meccanismi di insorgenza non sono ancora del tutto chiari, ma l’ipotesi più accreditata vede una possibile causa nella mancata compensazione fra la pressione delle cavità delle ossa facciali e quella della cabina dell’aereo durante il rapido cambiamento di quota.

Nelle varie fasi del volo, i seni paranasali sono infatti sottoposti a forti variazioni della pressione barometrica, e questo si riflette sul volume gassoso in essi contenuto. Nel caso in cui i meccanismi preposti al compenso fra la pressione esterna e interna ai seni non siano ben funzionanti, la loro mucosa può venire compressa o, al contrario, espansa a seconda della fase di volo, causando l’insorgenza del dolore. In alcuni casi si è rivelato efficace l’uso di analgesici da assumere 30-60 minuti prima la prevista comparsa dell’attacco, e/o l’utilizzo di un decongestionante nasale prima del decollo.

La cefalea da aereo è una diagnosi di esclusione, pertanto è consigliabile eseguire una visita specialistica in caso di comparsa di questo disturbo che in alcuni casi può essere invalidante, tanto da indurre chi ne soffre ad affrontare il viaggio aereo con paura e ansia. La cefalea da aeroplano è stata di recente inserita nella classificazione internazionale delle cefalee, e i suoi criteri diagnostici sono pertanto codificati.


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza

Da non perdere

News dalla Fondazione Eventi Iniziative editoriali Il meglio dai Blog Video