Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora

Le presunte virtù curative dell’aloe

A detta di molti, l'aloe sembra una vera panacea contro ustioni, ferite e persino contro il cancro. Vediamoci chiaro

Le presunte virtù curative dell’aloe

Cara Agnese,

La mia vita è grama. Sono nata per vivere libera, all’aperto: sogno sempre le grandi distese brulle da cui provengo, dove ci sono solo sole e pace. E invece mi ritrovo sradicata e sfruttata per gli usi più disparati, senza pietà e direi anche senza criterio. L’ultima che si sono messi in testa è che io abbia qualche tipo di potere curativo verso i tagli e le scottature, e persino verso i tumori! Ora, mi fa piacere che tanta gente abbia una così alta opinione delle mie potenzialità, ma francamente dubito che abbiano ragione. Senza contare che lo scopo della mia vita è ben altro: vegetare.

Scusa lo sfogo!
L’aloe

---

Carissima aloe!

Ti capisco. Non tutti fanno quello per cui sono nati, soprattutto in tempi di crisi. Mettiamola così: è sempre meglio finire in creme, cosmetici e lozioni per la pelle che in un call center. Però hai ragione a dubitare di quanto si dice: effettivamente non esistono al momento studi di rilevanza clinica che accertino se e quanto sei efficace nella cura di ferite -acute o croniche- e ustioni, come evidenziato in un riassunto di tutti i lavori scientifici significativi disponibili, curato da Anthony Dat nel 2012. Per quanto riguarda le tue potenzialità antitumorali, la situazione è ancora più nebulosa. Sono stati fatti studi in vitro e in vivo su diverse tue componenti, in particolare sugli antrachinoni che dovrebbero stimolare il sistema immunitario a reagire al cancro e bloccare la crescita tumorale, ma i risultati sono contrastanti. Insomma, non si capisce bene cosa combinino queste sostanze e a volte sembra che peggiorino pure la situazione. Se ti interessa una carrellata degli studi che ti riguardano, leggiti questo articolo di Salvo Di Grazia sul blog MedBunker.

Ultimamente, stanno spuntando una quantità di santoni che millantano guarigioni fulminee e miracolose grazie a bibitoni fatti con le tue foglie: non ultimo il brasiliano Padre Romano Zago, che ha pubblicato il libro “Di cancro si può guarire. Il potere curativo dell’aloe arborescens”, totalmente privo di statistiche, referti o prove delle romanzate guarigioni. Certo, qualche sostanza in te contenuta potrebbe davvero essere utile per combattere questo male, ma di certo non sarebbe sufficiente a sconfiggerlo da sola, né tantomeno a farlo alle basse concentrazioni che avrebbe in semplici bevande di estratti, o a guarire in maniera immediata. Quando la promessa è molto grossa un po’ di sano scetticismo fa sempre bene!

Cara aloe, grazie di avermi scritto, spero ti abbia fatto bene sfogarti un po’. Sappi che anche se ti rivelassi inutile per curare ferite e tumori, ti tartasseremo ancora per un bel po’ perché pare tu sia un ottimo lassativo…  non so cosa preferiresti!

Agnese
@AgneseCollino



Commenti (0)