Le ricette di marco bianchi

28-12-2019

aggiornamento dell'articolo pubblicato il 28-12-2019

Marco Bianchi è cuoco per passione, divulgatore scientifico per la Fondazione Umberto Veronesi e Ambassador di EXPO Milano 2015. Promuove i fattori protettivi della dieta e le regole della buona alimentazione. Autore di numerosi libri, nel 2013 per Fondazione Umberto Veronesi ha pubblicato, insieme a Lucilla Titta, I cibi che aiutano a crescere, edito da Mondadori Electa. Con la Fondazione Veronesi ha ideato il progetto Bimbi in cucina, mamme in classe, portando con grande allegria grandi e piccini a scuola di salute e di sapori.

Tortelli ripieni con le biete

Primo piatto
Una verdura preziosa, ricca di vitamine, folati e carotenoidi: sono le bietole le protagoniste di una classica ricetta emiliana rivisitata

Tortelli ripieni con le biete
per 4 persone

500 g di farina tipo 1 o 2
220 ml circa di acqua
800 g di biete
noce moscata
200 g di ricotta di pecora
100 g di caprino fresco
olio evo
sale

Come si prepara

Come prima cosa, preparate la pasta: disponete la farina a fontana sul piano di lavoro, mettete al centro l’acqua e 1 presa di sale, quindi lavorate gli ingredienti fino a ottenere un impasto sodo e liscio. Dategli la forma di una palla e fatelo riposare per circa 30 minuti in una ciotola, coperto con un canovaccio pulito.

Nel frattempo, lavate le biete e mondatele, eliminando la costa centrale, quindi stufatele in poca acqua leggermente salata. Strizzatele bene, poi tritatele e ripassatele velocemente in padella con un paio di cucchiai di olio extravergine di oliva: occhio a non farle soffriggere! Infine, spolverizzate con un po’ di noce moscata e amalgamate la ricotta setacciata e il caprino: il vostro ripieno è pronto!

Trascorso il tempo di riposo, stendete una sfoglia sottile, dalla quale ritaglierete tanti quadrati di circa 8 centimetri di lato. Disponete al centro di ogni quadrato 1 cucchiaio di ripieno, poi ripiegate la pasta su se stessa facendo aderire bene i bordi.

Infine, cuocete i tortelli in abbondante acqua bollente leggermente salata: appena vengono a galla sono pronti, quindi estraeteli con una schiumarola e disponeteli man mano in una zuppiera, condendo ogni strato con un giro d’olio extravergine di oliva e qualche ricciolo di caprino fresco.

Da sapere: pochissime calorie, tanta ma tanta vitamina C, vitamina B, folati, carotenoidi e sali minerali in abbondanza: le bietole (o biete) necessitano di una cottura rapida per preservare intatte tutte le loro proprietà nutrizionali: ecco perché le stufiamo velocissimamente, in poca acqua, ripassandole nell’olio alla velocità della luce, giusto per farle insaporire.

 

Questa ricetta è tratta da "La mia cucina italiana" di Marco Bianchi, Mondadori.

 

Questa ricetta è tratta da "La mia cucina italiana" di Marco Bianchi, Mondadori.

Cerca un piatto o un ingrediente

Torna a inizio pagina