Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Porcù Elena

NOTE BIOGRAFICHE:

  • Nata a Venezia nel 1986
  • Laureata in Biotecnologie Mediche presso l’Università degli Studi di Padova
  • PhD in Medicina dello Sviluppo e Scienze della Programmazione Sanitaria all’Università degli Studi di Padova


A caccia di nuovi farmaci contro il glioblastoma (leggi l'intervista)

2017

Screening di farmaci su modelli innovativi 3D di glioblastoma

 

Il progetto si propone di studiare un tumore cerebrale molto aggressivo, il glioblastoma multiforme, che colpisce la popolazione adulta lasciando poche speranze di sopravvivenza. Questo tumore è spesso resistente alle terapie, e nella maggior parte dei casi i pazienti vanno incontro ad una ricaduta. Per questo motivo è necessario identificare nuove strategie terapeutiche efficaci per la cura dei pazienti affetti da questo tumore.

In una ricerca precedente, sono stati esaminati mediante analisi bioinformatiche 1280 farmaci già noti e utilizzati per altre patologie e di cui si conoscono eventuali effetti collaterali per l’organismo, da cui sono stati selezionati i farmaci che potrebbero avere effetto sulle cellule tumorali. Successivamente sono state identificate le molecole che potrebbero essere in grado di i) agire sulle cellule di glioblastoma modificandone l’espressione genica, e in particolare correggere l’espressione dei geni mutati e riportarla agli stessi livelli fisiologici riscontrati nel cervello sano, in modo tale da contrastare la crescita incontrollata del tumore; iiattraversare la barriera emato-encefalica (la membrana che protegge e separa il cervello dal circolo sanguigno) e raggiungere così il tumore una volta somministrati al paziente.

In questo progetto, le molecole così selezionate verranno testate in laboratorio per i loro effetti antitumorali, su un modello di coltura tridimensionale (3D) di cellule di glioblastoma che permette di analizzare il tumore nella sua complessità e garantire la migliore selezione di un farmaco candidato per la terapia del glioblastoma.

 

DOVE SVILUPPERA' IL PROGETTO:

Università degli Studi di Padova

Area

Oncologia