Chiudi
L'esperto risponde

È vero che lo smog può causare il tumore del polmone?

pubblicato il 27-05-2021

Lo smog è una causa di tumore polmonare minore rispetto al fumo di sigaretta. Guai, però, a sottovalutarlo. I consigli utili per chi vive in una grande città

È vero che lo smog può causare il tumore del polmone?

L’inquinamento atmosferico è classificato nel Gruppo 1 degli agenti cancerogeni (agente sicuramente cancerogeno) secondo l'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC).


Tra i molti inquinanti dell’aria figurano sostanze tossiche (monossido di carbonio, ossidi di zolfo, ossidi di azoto, ozono) e gli idrocarburi policiclici aromatici (IPA), che sono cancerogeni. Una volta introdotti nel corpo, gli IPA vengono infatti metabolizzati e trasformati in composti altamente reattivi che danneggiano il Dna e possono provocare il tumore del polmone. A questi si aggiunge il cosiddetto particolato: l’insieme delle sostanze sospese nell’aria in forma di polveri sottili, immesse nell’atmosfera nel corso di una gran quantità di fenomeni naturali e attività umane.


Il particolato (PM, dall’inglese Particulate Matter) viene classificato in base alla dimensione delle particelle che lo compongono. Il PM2,5 (dimensioni inferiori a 2,5 micrometri) è in grado di penetrare profondamente nell’albero respiratorio. Uno studio europeo che ha coinvolto oltre 300.000 persone tenute in osservazione per 13 anni ha dimostrato che per ogni incremento di 5 microgrammi per metro cubo di PM2,5, il rischio relativo di ammalarsi di tumore al polmone aumenta del 18%, mentre cresce del 22% a ogni aumento di 10 microgrammi per metro cubo di PM10.

Sostieni la ricerca contro il tumore del polmone

Sostieni la ricerca contro il tumore del polmone


Scegli la tua donazione

Importo che vuoi donare


Lo smog è una causa di tumore polmonare minore rispetto al fumo di sigaretta, ma non per questo deve essere sottovalutato. Per ridurre l’esposizione, si può cercare di tenersi lontano dalle zone e vie più trafficate, per non inalare i gas di scarico delle automobili, evitando quanto più possibile di usare la macchina. È sicuramente vantaggioso passare il tempo libero in aree verdi, in quanto le piante sono in grado di abbattere la concentrazione di molti inquinanti. Le piante da appartamento contribuiscono anche alla pulizia dell’aria indoor. A questo scopo, sono disponibili anche appositi impianti di depurazione.


Per evitare l’accumulo di sostanze inquinanti, è importante cambiare aria con regolarità, senza però aprire le finestre nelle ore in cui l’inquinamento esterno è più alto. È meglio, inoltre, fare un uso limitato di forni a legna e camini. Anche lo smaltimento dei rifiuti produce inquinamento atmosferico: una corretta raccolta differenziata permette una drastica diminuzione dell’utilizzo degli inceneritori.

 

 

Sostieni la ricerca contro il tumore del polmone e le malattie correlate al fumo. Dona ora.


Articoli correlati


In evidenza

Torna a inizio pagina