Chiudi
Neuroscienze
Serena Zoli

Parkinson e celiachia: quale legame fra intestino e cervello?

pubblicato il 14-10-2021

Stefania è celiaca e ha una malattia parkinsoniana: vuole sapere se c'è un nesso fra intestino e cervello e come aiutarsi con la dieta

Parkinson e celiachia: quale legame fra intestino e cervello?

Ho 58 anni, sono celiaca da 15 anni, con diagnosi di Parkinson 9 anni fa, dopo 8 anni di diagnosi errata di “tremore essenziale”. Ho sempre pensato che lo stomaco è il nostro secondo cervello. La mia alimentazione è priva di glutine da 15 anni. Credo che le malattie siano collegate. Una aggiunta di alimenti probiotici potrebbe aiutare?

Stefania

 

Risponde la dottoressa Vincenza Fetoni, responsabile dell’Ambulatorio del Parkinson e dei disturbi del movimento all’Ospedale Fatebenefratelli di Milano

Cara Stefania,

Cominciamo con i quesiti più semplici ovvero:

a) a volte non è facile la diagnosi tra tremore essenziale (di azione) e tremore parkinsoniano (a riposo) perché i due tipi di tremore possono coesistere e di conseguenza la diagnosi può subire un ritardo;

b) nella malattia parkinsoniana sono importanti gli aspetti gastrointestinali, ad esempio rallentato svuotamento gastrico, reflusso gastroesofageo, stipsi, che possono precedere di anni l'esordio della malattia o comparire durante l'evoluzione della malattia stessa.

I sintomi chiamati "non motori" sono legati all'accumulo a livello periferico di alfa-sinucleina, proteina anomala che porta a morte la cellula. Secondo teorie più recenti, la malattia di Parkinson, di cui non si conosce la causa, potrebbe iniziare a livello intestinale e poi propagarsi a livello centrale. Molto è stato ed è l'interesse intorno al microbioma, ovvero la composizione batterica intestinale e le sue modificazioni.

Il legame tra cervello ed intestino è sicuramente stretto; cercare di alimentarsi in modo corretto (come può essere la dieta mediterranea) è buona cosa. Difficile dimostrare al momento se modificando il microbioma individuale possiamo intervenire sullo sviluppo e/o progressione di alcune patologie neurodegenerative come la malattia di Parkinson

c) non ci sono dati certi su celiachia e Parkinson.

Sostieni la ricerca scientifica d'eccellenza e il progresso delle scienze. Dona ora.

Dona ora per la ricerca contro i tumori

Dona ora per la ricerca contro i tumori

Sostieni la vita


Scegli la tua donazione

Importo che vuoi donare

Serena Zoli
Serena Zoli

Giornalista professionista, per 30 anni al Corriere della Sera, autrice del libro “E liberaci dal male oscuro - Che cos’è la depressione e come se ne esce”.


Articoli correlati


In evidenza

Torna a inizio pagina