Chiudi
Oncologia
Daniele Banfi

Un cerotto per accelerare lo sviluppo delle cure anticancro

pubblicato il 22-09-2022


Aggiungi ai preferiti

Registrati/accedi per aggiungere ai preferiti

Monitorare in tempo reale l'efficacia di potenziali cure per il cancro grazie ad un cerotto hi-tech. Cos' si potrà accelerare la ricerca di nuove terapie antitumorali

Un cerotto per accelerare lo sviluppo delle cure anticancro

FAST, è questo il nome del "cerotto hi-tech" sviluppato dai ricercatori della Stanford University. Grazie ad esso sarà possibile monitorare in tempo reale l'effetto delle terapie anticancro in modello animale. In questo modo sarà più semplice e veloce il processo di ricerca di nuove cure. I risultati sono stati pubblicati dalla rivista Science Advance.

CANCRO E SPERIMENTAZIONE ANIMALE

Una delle modalità più diffuse per comprendere se una determinata molecola ha effetti antitumorali è la valutazione della sua capacità di agire sulla malattia in modello animale. Si tratta di un passaggio indispensabile prima della sperimentazione clinica nell'uomo. La tecnica più diffusa consiste nel far crescere il tumore sottocute valutando se il potenziale farmaco è in grado di ridurne le dimensioni. Misurare questo processo è dunque fondamentale per valutare l'efficacia della cura. Tra le migliaia di molecole sperimentate ogni anno, la valutazione della crescita tumorale rappresenta uno dei colli di bottiglia più importanti. 

MISURARE LE DIMENSIONI DEL TUMORE

«In alcuni casi -spiega Alex Abramson, uno degli autori dello studio- la misurazione viene fatta a mano con l'ausilio di un calibro. L'utilizzo di pinze metalliche per misurare i tessuti molli non è però l'ideale. Non solo, gli approcci radiologici forniscono una fotografia e non un monitoraggio in tempo reale». Per questa ragionegli scienziati statunitensi hanno messo a punto un sistema in grado di effettuare un monitoraggio accurato grazie ad un cerotto flessibile.

I VANTAGGI DEL CEROTTO HI-TECH

Sperimentato con successo, la tecnologia FAST si è dimostrata utile per diverse ragioni. In primo luogo il vantaggio principale è la possibilità di monitorare in continuo il tumore. FAST, fisicamente connesso con il software di gestione, invia dati per tutta la durata dell'esperimento. In secondo luogo, in virtù della flessibilità del cerotto, grazie a FAST il tumore può essere monitorato in tre-dimensioni misurando i cambiamenti che con altre tecnologie non possono essere rilevati. Il terzo vantaggio è rappresentato dal costo contenuto, circa 60 dollari per monitoraggio. Vantaggi non indifferenti che potrebbero portare ad un'accelerazione delle sperimentazioni e accorciare dunque le tempistiche per la ricerca di nuove terapie anticancro.

Sostieni la ricerca scientifica d'eccellenza e il progresso delle scienze. Dona ora.

Dona ora per la ricerca contro i tumori

Dona ora per la ricerca contro i tumori

Sostieni la vita


Scegli la tua donazione

Importo che vuoi donare

Daniele Banfi
Daniele Banfi

Giornalista professionista è redattore del sito della Fondazione Umberto Veronesi dal 2011. Laureato in Biologia presso l'Università Bicocca di Milano - con specializzazione in Genetica conseguita presso l'Università Diderot di Parigi - ha un master in Comunicazione della Scienza. Collabora con diverse testate nazionali.


Articoli correlati


In evidenza

Torna a inizio pagina